Papa Francesco, il dissenso ora viaggia sul web sotto forma di canzoni sfottò

di Franca Giansoldati
Città del Vaticano Il dissenso, la satira (feroce) e, ancora una volta, Papa Francesco come (facile) bersaglio. L’ultima trovata della fronda anti Bergoglio per contrastare il documento sinodale Amoris Laetitia  - contenente importanti aperture ai divorziati risposati -, stavolta è concentrato in 3 minuti e 6 secondi di musica e immagini. La parodia di That’s Amore, anzi That’s Amoris corre alla velocità della luce sul web. La celebre canzone del 1952 cantata da Dean Martin, che mischiava parole inglesi e termini italiani, facendo sognare e ballare, ha ispirato la fantasia dei Pro Life americani dietro la campagna di protesta.



Sono, infatti, loro che hanno confezionato sapientemente lo sfottò That’s Amoris, probabilmente stimolati dal celebre motto sessantottino che più o meno diceva che una risata serve sempre a demolire il potere. Se nella versione originale di questo brano cult sospeso tra l’allegria della tarantella e i fasti di Hollywood, era la voce morbida e profonda di Dean Martin che cantava:  «When a moon hits your eye like a big pizza pie. That's amore», nella trasformazione anti-papale il testo si è ovviamente trasformato per descrivere la battaglia dottrinale in corso. Colpi bassi. «Quando la Chiesa si scontra sulle rocce e le rocce dividono il gregge. Questo e’ Amoris».

E ancora: «Quando il documento del Papa è stampato nel San Gallo, questo è Amoris». Il riferimento al cantone svizzero di San Gallo è una chiara allusione alle accuse di protestantizzazione strisciante che ogni giorno piovono sul Cupolone da organismi e gruppi ecclesiali di stampo ultra conservatore. Nella canzone satirica non mancano cenni al cardinale Burke e agli altri tre porporati che, mesi fa, hanno firmato un appello per chiedere spiegazioni dottrinali senza avere ricevuto ancora nessuna risposta dal Papa. «Quando i quattro cardinali hanno scritto ma non hanno avuto risposta. Questo è Amoris«. «Quando le petizioni hanno raccolto tante firme chiedendo un ripensamento ma sono state ignorate. Questo è Amoris». Seguono poi immagini dei porporati dei “dubia”, i dubbi dottrinali, fino al dileggio. «Quando il Papa nelle omelie insulta chiunque e la curia, e quando accusa chi legge notizie false di coprofagia, questo è Amoris».

La canzone se la prende poi con Austen Ivereigh, il biografo di Bergoglio e con padre Antonio Spadaro, uno dei collaboratori più stretti, impegnato ad arginare gli attacchi via web. Il cardinale Kasper, infine, è sospettato di una apostasia silenziosa. La canzone finisce con la foto di San Pietro sotto fulmini e saette di una sera di burrasca e una preghiera alla Madonna: «Se puoi per favore intervieni». Chi ha prodotto questo video satirico si chiama John Henry Westen. E’ il fondatore di Voice of the Family, una influente coalizione pro life, nonché  co-fondatore di LifeSitenews.com, un sito di tendenza in materia di difesa alla vita. Due settimane fa tutti i leader pro life americani si sono riuniti per conferire un premio al cardinale Burke. 

 Westen ha commentato che «Burke ha sofferto molto per le cause della vita e della famiglia», ma «ha gioiosamente sopportato questa sofferenza, la sua umiliazione pubblica ricevuta da tutte le parti». Sempre secondo Westen, il Nail Award è concesso ai cristiani «che hanno ricevuto una pugnalata alle spalle». That’s Amore.
Giovedì 16 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 17-02-2017 11:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-02-16 18:28:40
I DISSACRATORI
2017-02-16 19:03:31
Penso che i dissacratori di Papa Francesco dovrebbero ringraziarlo che così facendo sta rafforzando un credo mistico accampato soltanto sulla misericordia ,mentale umana e delle società che ammettono legalmente di credere nelle immaginazioni cerebrali di cose e fatti mai e poi mai verificate nelle realtà materialistiche che se vere, metterebbero fine a un a diatriba che dura da millenni. Se mi ac cingo a scrivere ciò che sto scrivendo dichiarando fino a che qualcuno sia in grado di dimostrarmi il contrario che di tutto quello che,non solo la Chiesa Apostolica Romana va dichiarando da oltre due mila anni ma anche tutte le altre religioni che, sono circa 72, dicono che oltre questa mondo materialistico dove vivono oltre 7 miliardi di persone c'è un altro mondo metafisico composto da Dei, Angeli, e varie altre realtà sempre a livello metafisico che comporrebbero l'Olimpo degli Dei oppure come scrisse il famoso Dottore della Chiesa S.Agostino nel libro la Città di Dio un bel poema come la stessa Divina Commedia ma, scritta e immaginata sempre da uomini che narrano le loro immaginazioni neuroniche cerebrali e null'altro. Su queste fantasie si sono costruite degli Imperi economici e materialistici addirittura di eserciti armati di tutto punto che stanno lacerando interi stati e popolazioni le cui tribolazioni molto pesanti e sanguinolenti stanno invadendo anche il nostro Occidente. A difesa del Cristianesimo dobbiamo riconoscere a codesti fratelli umani che sono stati in rispetto della loro fede costruire una Organizzazione che tutto sommato, che se non esisteva, l'avremmo dovuta costruire. L'assistenza misericordiosa umanitaria che codesti Sacerdoti devolvono a tutti gli esseri umani bisognevoli d'essere assistiti in qualsiasi cosa pur troppo hanno necessita che la vita ha loro negata viene loro incontro attraverso la infinita ed amorevole assistenza Cattolica della Santa Romana Chiesa rappresentata con degna abnegazione dal Sacro Collegio Vescovile. Per cui, coloro che criticano il Vescovo Bergoglio si vergognino perchè, al di là dei suoi fantasmi cerebrali, nella pratica della vita terrena tra noi umani si sta comportando molto bene.
2017-02-16 19:41:56
Daje Francé. Vuol dire che stai andando nella direzione giusta.
2017-02-16 20:48:32
Xguasta il problema non l'aver fede o quanto meno speranza nell'esistenza divun creatore e un'immortalità dell'anima,bensi la rimessa in discussione in senso protestante del deposito della fede cattolica,che non è proprietà personale di alcun pontefice ma appartiene alla chiesa fondata da Cristo partendo dalla professione di fede di Pietrontesa cioe comunita dei fedeli
2017-02-16 22:25:24
chi sa cosa pensera Burke dal fascistissimo confino a cui è stato spedito dal buon peronista bergoglio. Trovo la satira garbata e con fatti concreti contestati. Saranno conservatori,ma è per forza una cosanegativa? E' meglio rinnegare il valore sacramentale della Comunione e della ricomciliazione? Tema ovviamente incomprensibile agli agnostici (i veri atei non esistono)
8
  • 272
QUICKMAP