Papa Francesco benedice i centri sociali: continuate la lotta

di Franca Giansoldati
CITTA' DEL VATICANO - Il Vaticano benedice il Social Forum. Davanti a lui ci sono i cartoneros, i campesinos, quelli che si battono per i poveri in Africa e quelli che fanno battaglie per il microcredito nel Sud Est asiatico. Ci sono pure i ragazzi del Leoncavallo, forse il centro sociale più famoso d’Italia e la rete “Genuino Clandestino”, un network di centri sociali che coordina i No-Tav e i movimenti No Expò. Insomma una platea di ribelli, irriducibili, rivoluzionari. Papa Bergoglio è uno di loro.



«Diciamo insieme con il cuore: nessuna famiglia senza tetto, nessun contadino senza terra, nessun lavoratore senza diritti, nessuna persona senza la dignità del lavoro!». Papa Bergoglio ha preso la parola davanti ai principali movimenti popolari di tutto il mondo, invitati ad un incontro. Li ha esortati a «continuare la lotta, ci fa bene a tutti».



La battaglia resta quella di dare «Terra, lavoro, casa» a chi non ha nulla, una battaglia tesa ad azzerare le differenze sociali, il divario tra Nord e Sud. Bergoglio si fa portavoce di chi non ha voce. Ad un tratto si mette a parlare di sé, aggiungendo: «E’ strano, ma se parlo di questi temi per alcuni il Papa è comunista», mentre invece «l'amore per i poveri è al centro del Vangelo» e della dottrina sociale della Chiesa.



Come dire che l’ideologia in questa battaglia non c’entra. Stavolta al centro c’è solo la giustizia e il cuore. E’ la prima volta che in Vaticano si tiene una riunione del genere. Tra i partecipanti c’è pure il presidente della Bolivia, Evo Morales, che ha iniziato la sua attività politica proprio con questi movimenti popolari.

Martedì 28 Ottobre 2014 - Ultimo aggiornamento: 29-10-2014 16:02
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2014-10-28 17:31:08
ATTENTI AL SIGNIFICATO DI POVERI insomma la giornalista descrive costantemente il Papa come un furbacchione in ogni riunione dice disinvoltamente quello che sa può compiacere l'uditorio... E' della stessa pasta di Berlusconi e Renzi? Però secondo logica e leggendo fonti più autorevoli sembra che non abbia affatto benedetto i "centri sociali" (che essendo argentino neanche conosce..).,ha solo usato le posizioni consuete della chiesa sudamericana ancora peronista che deve far fronte ad una spietata concorrenza populistica degli evangelisti e simili Poi come diceva San Paolo secondo gli atti degli apostoli: "chi sono io per---" ,costruzione retorica ripresa da Francesco. quindi non sono all'altezza di giudicare,umilmente ricordo al giornalista e non al papa che i "poveri"del Vangelo non sono quelli necessariamente senza o con pochi mezzi ma i deboli e gli emarginati,cioè donne e bimbi dell'epoca,handicappati e malati, non in grado di autostenersi omessi ai margini ingiustamente della societa Lo stesso San Francesco,tutto sommato digiuno di dottrina religiosa (e mai divenuto sacerdote officiante ma solo a forza papale diacono predicatore) intendeva per povertà la stessa identica cosa. Poi ci sono sempre nel vangelo anche i "poveri nello spirito" che sono coloro che hanno fede senza tante elucubrazioni intellettuali (inutili verso il trascendente)
2014-10-28 18:04:26
Santo Padre, con tutto il rispetto, non creiamo confusione. La lotta contro la povertà è da sempre al centro dell'azione dei cattolici ma lo strumento è l'amore, non l'odio di classe. In questo contesto, temo che il Leoncavallo e i centri sociali non siano gli interlocutori più appropriati. Non è una critica, ovviamente ...chi sono io per giudicare un Papa? Potrà contare sempre sulla mia tolleranza.
2014-10-28 18:56:42
Noooo, via, ditemi che stiamo su "Scherzi a parte"!!! *** (; - BdV/Anchise
2014-10-28 19:29:25
mi sarei aspettato circa i poveri una citazione dei sermoni di s.Antonio,che non a caso era un padre francescano.. "Dobbiamo quindi chiedere di amare Dio, sostentandolo nelle sue membra più deboli e malate, cibarlo nei poveri e negli indigenti........" Altro che lotta di classe e teologia della liberazione,cara ad una parte dei gesuiti,che dipinge Gesu come un sovversivo (per la verità ribelli ai romani erano i due crocifissi chiamati "ladroni")
2014-10-28 20:19:09
Con tutta la buona volontà , io questo Papa nn lo capisco .....
QUICKMAP