“Esorcismo” del Papa alla tv del Vaticano
«Ha imposto le mani su un malato a San Pietro»

CITTÀ DEL VATICANO - Al termine della messa di Pentecoste in Piazza San Pietro, ieri papa Francesco, imponendo le mani sulla testa di un malato, avrebbe fatto una preghiera di liberazione dal demonio o un vero e proprio esorcismo. Lo sostengono gli esorcisti interpellati dalla trasmissione «Vade Retro» di Tv2000, l'emittente della Cei.

In serata, il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, ha però precisato che in Piazza San Pietro papa Francesco «non ha inteso compiere un esorcismo, ma semplicemente pregare per una persona sofferente che gli era stata presentata».

Il racconto. Siamo in piazza San Pietro, esattamente nei pressi dell'Arco delle Campane. La messa di Pentecoste è finita da poco. Papa Francesco si avvia, come al solito, verso i malati che hanno assistito alla celebrazione. Il Pontefice si avvicina ad un ragazzo. Il sacerdote che lo accompagna lo presenta al Papa con qualche parola che non si riesce a cogliere. Ma l'espressione di Francesco cambia improvvisamente. Il Papa appare pensoso e concentrato e stende le mani sul giovane pregando intensamente, mentre il ragazzo spalanca la bocca. «Gli esorcisti che hanno visto le immagini non hanno dubbi: si è trattato di una preghiera di liberazione dal Maligno o di un vero e proprio esorcismo», fa sapere Tv2000. Se ne parlerà nella prossima puntata di venerdì prossimo, che sarà dedicata «alla battaglia di Papa Francesco contro il Diavolo e le sue seduzioni».
Lunedì 20 Maggio 2013, 22:08 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
QUICKMAP