Usa, Hillary Clinton vince nel voto popolare contro Donald Trump. E' stata penalizzata nei grandi elettori

Clinton contro Trump
Donald Trump contro Hillary Clinton. E' la quarta volta che un presidente americano viene eletto pur avendo un minor numero di voti popolari rispetto all'avversario. A guardare il consenso dei singoli cittadini, ha la meglio l'ex first lady.  Il 47.68% contro il 47,49% del Tycoon. In numeri assoluti, ancora in evoluzione: 59.588.878 contro 59.353.324. E' l'effetto dell'elezione indiretta, perché gli americani non eleggono direttamente il presidente ma i grani elettori che poi voteranno il presidente. Ogni Stato esprime un certo numero di delegati, che non corrisponde direttamente al voto dei singoli. Il precedente più recente nel 2000 tra Bush e Al Gore. Per gli ulteriori precedenti occorre arrivare addirittura nell'Ottocento: Harrison nel 1888 e Hayes nel 1876.

La Clinton non l'ha neppure fatto notare nel suo discorso dopo la sconfitta, scegliendo la via di un discorso squisitamente istituzionale. A rimarcare il passaggio ha invece pensato il suo vice designato. «Sono così orgoglioso di Hillary Clinton, ha fatto la storia, e la notte scorsa ha vinto il voto popolare» ha detto il candidato alla vice presidenza democratico, Tim Kaine, nel discorso di presentazione del 'concession speech' di Clinton, proprio il discorso con cui la candidata democratica che dovrà riconoscere la vittoria di Donald Trump che ha ottenuto la netta maggioranza dei voti elettorali.
Mercoledì 9 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 21:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2016-11-13 17:22:25
Significa che la maggioranza degli elettori ha votato per la Clinton? Propongo di cambiare la legge elettorale. Anche se la Clinton non mi piace e Trump non lo conosco.
2016-11-10 11:35:50
Il repubblicano Lincoln é stato eletto con il 37% dei voti popolari contro il 63% dei suoi tre concorrenti democratici. A proposito di razzismo, ricordiamo che gli stati schiavisti sono stati sempre democratici e sino al 1965 i governatori democratici del Sud hanno sempre promosso la segregazione razziale, questo tanto per chiarire le idee a quei ridicoli manifestanti che innalzano cartelli contro Trump, definendolo razzista, senza sapere quello che dicono.
2016-11-10 02:28:50
Per la miseria non scrivete "ballonate". Questa e' la QUINTA volta e non la quarta. John, Los Angeles, CA La quarta volta e' stata Al Gore versus George Bush
3
  • 416
QUICKMAP