Trump: è il momento di unirci, sarò il presidente di tutti gli americani. Il tycoon commosso sul palco con la famiglia

«Sarò il presidente di tutti gli americani». Sono le prime parole di Donald Trump dopo l'elezione a presidente degli Stati Uniti.

Clinton «mi ha chiamato e si è congratulata con noi e io mi congratulo con lei per la sua campagna», è stato l'esordio di Trump nel discorso della vittoria sul palco allestito all'Hilton di New York. Il candidato repubblicano ha poi aggiunto: «Ho fatto le congratulazioni a lei e alla sua famiglia per una campagna combattuta molto, molto duramente. L'ha combattuta molto bene. Hillary ha lavorato a lungo e duramente per tanto tempo, e noi abbiamo nei suoi confronti un grande debito, per il nostro paese».

«E' il momento di unirci e superare le divisioni», ha poi sottolineato Trump che è salito sul palco con la famiglia al completo, visibilmente emozionato. Con lui Melania, la nuova First Lady vestita di bianco, le figlie in azzurro e tutti gli altri figli. Come colonna sonora la musica di Independence Day.

«Mi impegno con ogni cittadino di essere il presidente di ogni americano, e questo per me è molto importante. Per quelli che non mi hanno scelto, mi rivolgo a voi per consigli e indicazioni con l'intento di unire il nostro Paese. La nostra non è stata una campagna ma un movimento incredibile» che intende «rinnovare il sogno americano», ha proseguito Trump.

«Cercheremo alleanze, non conflitti, nel mondo», ha continuato il neo presidente, sottolineando che gli Stati Uniti «andranno d'accordo con tutti coloro che vorranno andare d'accordo con noi». «Avremo un grande piano economico. Il nostro tasso di crescita aumenterà», ha aggiunto Trump. 

Nel discorso della vittoria Trump non ha fatto alcun riferimento al muro col Messico che durante la campagna elettorale ha promesso di far costruire, nonostante alcuni fan lo abbiano invocato con lo slogan «build the wall».

«È una notte storica. Gli americani hanno parlato, e hanno eletto il loro campione», aveva affermato poco prima Mike Pence, il vice presidente.

 
Mercoledì 9 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 09:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2016-11-10 12:17:47
Trump ha vinto perché incarna la mediocrità del sogno americano che campa sulle bugie e sull'arrivismo lastricato di poveracci che perdono il lavoro a causa della crisi economica provocata dai capitalisti come lui. Quanti operai avrà licenziato per accumulare la sua fortuna? Ma chissene!!! Esaltiamo pure le sue doti di elargitore di fandonie che fanno felici i poveri illusi come voi, postaroli che vi accanite contro l'intellighenzia (peccato che si scrive intelligentia, latino) che avrebbe osannato la guerrafondaia Hillary, la quale in nome del Genere avrebbe finito di radere al suolo il Medio Oriente.
2016-11-09 21:07:07
Esimio Presidente Trump, ascoltando il Tg/1 della nostra Rai, sentivo un giornalista della testata che il m ondo politico rimaneva meravigliato della sorpresa della sua elezione non prevista proprio da nessuno. Ebbene, esimio presidente. credo che costoro forse, non si sono accorti nemmeno che esistono loro stessi. non credo che sia colpa loro. nicola guastamacchia
2016-11-09 19:22:20
La globalizzazione investe anche la politica, infatti il nuovo presidente avrà forte influenza anche sulla nostra UE e sul nostro paese. Molte cose cambieranno, e l'unificazione europea si allontanerà sempre più. Mi rammarico del fatto che la federazione degli stati europei era a portata di mano ma per egoismi di parte non è stato fatto, grave errore storico, difficilmente recuperabile a breve e medio periodo.
2016-11-09 14:30:34
Non poteva non vincere TRUMP. Un nome, una garanzia! Conoscete il significato del vocabolo TRUMP? Bene, si traduce con: Trionfo, ultima risorsa, tipo in gamba, brav'uomo. E rappresenta davvero l'ultima risorsa per gli USA. Non facciamo finta di non vedere che OGGI vince chi ha il coraggio di rompere gli Schemi e combattere i Sistemi. Nel nostro piccolo Paese, chi secondo voi è più Trump? Renzi, ovvio!!! Non lo avete ancora capito? Un saluto
2016-11-09 11:44:08
cominciavo a sentire la mancanza di guerre e proclami folli.. finalmente si ricomincia a ridere degli americani...
8
  • 201
QUICKMAP