Trump, primo atto: giù le tasse, crescita e via la legge di Obama che ha riformato Wall Street

di Carlotta Scozzari e Umberto Mancini
Una drastica riduzione della pressione fiscale, il rilancio dell'occupazione, la rivisitazione in senso restrittivo delle politiche commerciali e dei trattati internazionali. Sono solo alcuni dei punti del programma economico del nuovo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Che come prima cosa, dopo il suo insediamento alla Casa Bianca, annullerà la riforma del sistema finanziario attuata nel 2010 dal predecessore Barack Obama. Si tratta, in altri termini, della legge Dodd-Frank, che, poco dopo la crisi innescata nel 2008...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 11 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 15:48
  • 104
QUICKMAP