Scuola, senza l'aiuto della “104”
difficili i trasferimenti al Sud

di Lorena Loiacono
Docenti con la valigia, pronti a partire. Ma per alcuni il trasferimento da una cattedra all’altra è più veloce, per tanti altri invece è praticamente impossibile. Ad accelerare i tempi della mobilità degli insegnanti entra in gioco e vince, ancora una volta, la precedenza dettata dalla Legge 104. Tanto che, senza quella, al Sud non si entra. Un tema delicatissimo, quello dei trasferimenti nella scuola: basti pensare che solo lo scorso anno, con la fase di mobilità straordinaria concessa ai docenti...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18-07-2017 09:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-07-18 05:47:03
senza l'aiuto.........ma cosa vuol dire?????dovrebbe essere una legge seria e invece come al solito fatta la legge trovato l'inganno..quante persone usufruiscono veramente per un familiare stretto di questa legge???????abbiamo già visto chi se ne và in vacanza, chi la usa per fare affari propri, ecc.,forse la 104 è concessa con troppa facilità
2017-07-17 15:52:55
se il 90% dei professori sono della sicilia ho della campania chi insegna al nord ???? spostiamo tutti li alunni al sud cosi non si devono piu spstare !!!!!!!
2017-07-17 14:44:19
I docenti, trasformati però in "educatori", servono molto al Sud.
2017-07-17 11:01:35
vogliamo parlarne della 104?
2017-07-17 14:54:15
Con chi?
5
  • 181
QUICKMAP