Roma, Luigi Berlinguer sul caso Virgilio: «Quel liceo è ostaggio di una minoranza, sono giovani estremisti aizzati dai genitori»

di Mario Ajello
Onorevole Berlinguer, lei ha passato una vita tra insegnamento e politica, anche come ministro. Come considera la vicenda del Virgilio: un'occupazione o un'esagerazione? «Ho sempre distinto tra le occupazioni e le autogestioni. Nelle prime è connaturato l'elemento di rottura e di violenza. Nelle autogestioni, viceversa, gli studenti rivendicano uno spazio e un ruolo e ci sono elementi di positività. Perché viene favorito il protagonismo dei ragazzi nel percorso formativo». E il...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 22 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP