Roma, bimbo di 3 anni morso da un topo al parco giochi. La denuncia del ministro Lorenzin: la Capitale deve vincere la sfida della pulizia

Lorenzin
di Beatrice Lorenzin*
Caro direttore,

sono convinta che per occuparsi bene delle grandi questioni non bisogna trascurare le piccole. Sono infatti le vicende di ordinaria quotidianità che fanno la differenza sulla nostra qualità della vita. Le scrivo perché spero che questa lettera sia letta dal sindaco Raggi e le racconto una storia accaduta solo poche ore fa.

La scena accade nel parco giochi pubblico di villa Gordiani, al Prenestino, ma potrebbe succedere dovunque nelle nostre periferie come in centro storico. Il piccolo Marco, tre anni e mezzo, accanto ad una panchina è stato morso tra caviglia e polpaccio da un ratto. Ha urlato, pianto, e al pronto soccorso pediatrico dell'Umberto I è stato curato per questa ferita infetta e pericolosa, una seria profilassi per evitare l'insorgere delle malattie che i topi trasmettono. Per fortuna aveva fatto già l'esavalente e quindi anche l'antitetanica.

Dopo un anno di governo non ci aspettiamo che il sindaco Raggi abbia già risolto i problemi cronici di bilancio o del traffico, ma che la città almeno sia pulita e il decoro urbano garantito. Affrontare il tema della raccolta dei rifiuti e della pulizia della città è una questione di capacità amministrativa e di visione. Invece si è aggravata l'emergenza igienico sanitaria che io stessa segnalai al prefetto Tronca due anni fa, a cominciare dalla derattizzazione, dai gabbiani, dalla zanzara tigre, fino alla presenza oramai perenne di pidocchi e blatte. Le rinnovo la disponibilità del ministero.

Nelle nostre periferie si aggravano le questioni sociali, la mancanza di servizi per anziani e bambini, la cura e la sicurezza dei luoghi come i parchi e i giardini, specialmente nelle aree dove giocano i nostri figli. Una Capitale non può rinunciare anche alle olimpiadi della pulizia, e siamo solo in aprile. Chissà cosa ci aspetta domani, con l'estate alle porte.

*Ministro della Salute
Venerdì 14 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:20

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 52 commenti presenti
2017-04-15 01:30:35
Sono l'assessore alle politiche ambientali del Municipio V di Roma. Ho appreso della notizia del bimbo morso da un topo nel parco di Villa Gordiani. Non ho potuto verificare se tale fatto sia vero, anche perché il quotidiano che riporta la notizia non specifica dove sia esattamente avvenuto, né ci sono arrivate segnalazioni al riguardo al Municipio; se ciò comunque dovesse essere vero, spero che ora il bimbo sia stato curato a dovere e che la famiglia non stia più in apprensione; comunque il Dipartimento Tutela Ambiente del comune di Roma è intervenuto immediatamente per verificare le condizioni e anche io monitorerò di persona, effettuando sopralluoghi e agendo in via preventiva per evitare che possano ripetersi fatti del genere. Mi stupisce però che il ministro della sanità Lorenzin sia intervenuto a commentare una tale notizia. Se vuole vedere la situazione in cui versa Roma, a causa dello stesso partito politico che ha governato per decenni questa città e che sostiene il suo governo, la attendiamo a braccia aperte, per dimostrarle in che condizioni è stata ridotta la città a causa di una gestione politica a dir poco vergognosa, se non spesso delinquenziale: i 15 miliardi di debito nelle casse della Capitale cosa sono d'altronde se non il risultato di una condotta delinquenziale? "Spese inutili o eccessive, cattiva gestione del patrimonio pubblico (lo Stato italiano è, tra tutti, il più grande proprietario immobiliare eppure molti uffici pubblici sono in affitto da privati “amici”) nascondono spesso favori a fronte dei quali l’autorità pubblica che decide, amministratore o funzionario, riceve un vantaggio che, quando non è costituito dalla classica “mazzetta”, assicura comunque “altra utilità”, come si esprime il codice penale (art. 318).". Lo dice l'Associazione dei Giuristi di Amministrazione, non certo degli "inesperti". Le chiediamo una mano come è giusto che sia tra amministrazioni pubbliche dello Stato, per tutelare il pubblico interesse; ma venga da noi con delle certezze: stanzi i fondi necessari alla bonifica della discarica di Malagrotta, del Parco di Centocelle e di tutti gli altri innumerevoli siti contaminati sotto le amministrazioni rette dallo stesso partito che la sostiene; stanzi i fondi necessari alle ASL e agli ospedali pubblici per dare un servizio degno, invece che tagliarli, come ha fatto il suo governo, riducendo gli stanziamenti di 3,6 miliardi al Fondo Sanitario Nazionale; stanzi i fondi per creare dei laboratori pubblici per le analisi di acqua, terra e aria, quelli attuali sono in numero del tutto insufficiente a tutelare la salute pubblica: consideri come esempio che l'ARPA della Regione Lazio ha impiegato un mese per completare le analisi nel caso del Parco di Centocelle; tutto ciò giusto per fare alcuni esempi di come lei, Ministro, può impiegare bene il suo tempo per tutelare i diritti del popolo italiano sanciti nella Costituzione, motivo per cui ricopre tale carica. Noi siamo qui, la aspettiamo a braccia aperte, possiamo mostrargliene molte di situazioni d'emergenza sanitaria e insieme possiamo cambiare radicalmente la situazione, basta averne il coraggio. E noi ce lo abbiamo.
2017-04-15 12:47:20
Egregio assessore, è sempre colpa degli altri !!! Voi avete voluto Roma sostenendo di essere i migliori e certamente migliori degli altri. Voi avete voluto Roma per dimostrare che siete capaci di governare (sob). La realtà ha dimostrato e continua a dimostrare giorno per giorno l'esatto contrario dei vostri propositi. La vostra incapacità è evidente e del resto non ci si improvvisa amministratori. Dunque, non accusate i vostri predecessori ma la vostra totale incapacità e il totale fallimento del vostro progetto politico-amministrativo.
2017-04-17 22:37:18
Caro Assessore come i più vecchi politicanti lei non trova modo migliore per difendersi che elencare le "malefatte" degli altri...troppo comodo e molto molto puerile!!!
2017-04-14 18:02:14
A questa signora non sembra vero potersi attaccare a qualsiasi cosa pur di criticare la Raggi. Ormai è una moda. Naturalmente vede la pagliuzza nell'occhio del nemico ma non si accorge del trave piantato nel suo. Vogliamo parlare della situazione dei nostri ospedali pubblici, ministro Lorenzin? Così, tanto per farci quattro (amare) risate?
2017-04-15 10:28:15
i ratti li mettono quelli dell'opposizione, lo stesso ministro della salute ne ha liberato ben sei...tutti tramano contro la Raggi e i grillini, dimenticavo i cinghiali, quelli li ha portati Renzi dalla Toscana: complottista !
52
  • 1,1 mila
QUICKMAP