Primi passi avanti/ Tre ragioni per fermare le porte girevoli toghe-politica

di Carlo Nordio
Il vicepresidente del Csm, Legnini, e il Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, Albamonte, in due interviste in successione sul Messaggero hanno enunciato un principio sacrosanto: che il magistrato entrato in politica non può più rientrare nei ranghi e reindossare la toga. È l’epilogo di un percorso lungo e sofferto: ma è un epilogo da apprezzare, ma purtroppo insufficiente e tardivo. Tardivo, perché la credibilità della magistratura, anche a causa di questo sfrenato andirivieni...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Marted├Č 18 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP