seguici su Facebook Twitter Google+ RSS
Giovedì 17 Aprile - agg.2:08
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

Monti: «Berlusconi ci toglie la fiducia?
Ma che minaccia, a noi non toglie nulla»

«Il nostro orizzonte è aprile 2013. Siamo stati invitati a dare un contributo in una fase, non abbiamo chiesto noi di governare»

Mario Monti

ROMA - Cosa succederà in Italia se Berlusconi e il Pdl decideranno di togliere la fiducia al governo? «E' una domanda da rivolgere alle forze politiche, ai mercati, non voglio neanche speculare su questo» risponde il premier Mario Monti al termine del suo incontro di oggi a Madrid con Mariano Rajoy.

Monti: quelle di Berlusconi non sono minacce.
«Le minacce di ritirare la fiducia a questo governo non possono essere fatte perché non le vivremmo come una minaccia - dice Monti - Siamo stati richiesti di dare un contributo a un momento difficile di questo Paese. Non posso chiamare minaccia qualche cosa che a noi non toglierebbe niente. Noi ci impegniamo al meglio e pensiamo di stare avendo buoni risultati. Se qualcuno decidesse di togliere la fiducia a questo esecutivo, a noi non toglierebbe niente se non un'attività di governo che non è stata da noi ricercata».

«Il nostro orizzonte è aprile 2013».
«Noi lavoriamo con un orizzonte temporale all'aprile 2013 - dice Monti - E' il nostro intendimento e quello che ci ha chiesto il presidente Napolitano».

Spread risalito per Berlusconi? «Non ci avevo pensato, ora ci rifletterò ». Così Monti ha risposto a chi gli chiedeva se la nuova salita dello spread fosse dovuta alle dichiarazioni di Berlusconi sull'intenzione di togliere la fiducia al governo Monti.

«Spread più alto del dovuto». «Siamo persuasi che l'attuale spread dell'Italia nei confronti titoli decennali tedeschi sia più alto quanto giustificato» ha detto il premier Mario Monti, aggiungendo che lo scudo antispread deve essere una costruzione «attuabile e non solo teorica» e ribadendo comunque che l'Italia non pensa di attivare questo strumento.

«Dai vertici Ue segnali importanti: facile criticare ma l'Europa sta dando segnali importanti». «I vertici Ue di giugno e ottobre hanno prodotto decisioni importanti e decisive che hanno dato segnale forte sulla determinazione dell'Ue a preservare l'integrità dell'euro» ha detto Monti in conferenza stampa con Rajoy. «E' facile criticare dall'altra parte del mondo» la lentezza delle decisione europee ma bisogna essere consapevoli anche dei "miracoli" che si stanno compiendo».

«L'Italia non dimentica (qualche volta qualche italiano sì) di essere stata tra i padri fondatori dell'Europa» ha detto Monti.

«Supercommissario? rischio di dare segnali errati ai mercati». «Proponendo sempre nuove prove di virtù fiscale - dice il premier - si rischia di dare ai mercati, che sono un po' sempliciotti, l'impressione che gli strumenti che già esistono non funzionano. Dichiarare di avere bisogno di ulteriori enforcement, non risuona molto bene anche in termini di fiducia che ogni Paese ha negli altri».

«La questione della ricerca del super commissario è un po' un mito
- ha detto il premier - Come ci ha spiegato bene Barroso, il commissario all'Economia ha già poteri superiori a quelli del commissario alla concorrenza.

Lunedì 29 Ottobre 2012 - 17:19
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
EDIZIONI LOCALI
Chieti, arrestati i quattro rapinatori dei colpi in serie a Capodanno 2014
CHIETI - Quattro persone sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia...
GUARDA TUTTE LE NEWS DELL' ABRUZZO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Ucraina nel caos, vertice a Ginevra: militari di Kiev si arrendono ai filorussi

A poche ore dal vertice di questa mattina Ginevra, la rivolta dei filorussi dilaga in tutta l'Ucraina...

Def, lettera del governo alla Ue: «Circostanze eccezionali, deroghiamo da obbligo pareggio»

Il governo ha deciso di accelerare il pagamento di ulteriori 13 mld di debiti della P.A, che peseranno sul...

Gasparri sarà processato per peculato: sotto accusa la polizza vita comprata con i fondi Pdl

Maurizio Gaspar rinviato a giudizio per peculato. Lo ha deciso il gup di Roma.

Grande successo del car sharing: a Roma già 20 mila iscritti a Car2go

ROMA - Oltre 20 mila iscritti a Roma per "Car2go", il servizio pioniere e leader di mercato nel...

Napolitano a Brunetta: «Il mio stipendio è di 239mila euro lordi non netti. Non prendo vitalizio»

Il president edella Repubblica, Giorgio Napolitano, risponde piccato alle insinuazion del capogruppo di Forza...

CASA
Pensioni nel 2014, cresce l'età delle donne
Si allontana il congedo. Nel 2017 pareggio anagrafico tra i due sessi
Case sfitte, quando e perché si paga l'Irpef
La tassa è dovuta per alloggi vuoti nella città di residenza
Guida alla Tasi, prima rata a giugno
Presto le aliquote decise dai Comuni. Il saldo entro il 16 dicembre
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2012 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009