Legge elettorale, sì a candidabilità italiani all'estero. M5S protesta: è per Verdini

Via libera, dopo un dibattuto confronto in aula, alla contestata norma - ribattezzata salva-Verdini - che consente ai residenti in Italia di potersi candidare in una ripartizione delle circoscrizioni estere. Favorevoli all'emendamento sono stati 337 deputati, contrari 154, astenuti 22.

Una norma che per qualcuno sembra fatta apposta per ricandidare il leader di Ala ex braccio destro di Silvio Berlusconi Denis Verdini. I cinque stelle la definiscono «una vergogna», per il capogruppo Pd Ettore Rosato Verdini non c'entra niente.

«Sono seducenti le idee di complotto, ma la norma in questione si impone per il principio di reciprocità», ha detto il relatore del Rosatellum 2.0 Emanuele Fiano a M5s e a Mdp che avevano sostenuto che la norma che consente agli italiani residenti in Italia di candidarsi all'Estero fosse per consentire la candidatura di Verdini. Fiano ha innanzitutto replicato ad Alfredo D'Attorre il quale aveva sostenuto che la norma non era stata approfondito in Commissione: «In Commissione Cecconi chiese spiegazioni che io diedi, quindi ne abbiamo parlato». Nel merito, la norma serve a introdurre la reciprocità tra italiani residenti all'estero e in Italia: infatti i primi possono candidarsi in Italia ma
attualmente non era possibile il contrario. E su questo erano stati sollevati «problemi di costituzionalità». «Ritengo sia una norma giusta - ha concluso perché è una pura norma di reciprocità». 

«Ora il Merdellum è completo, il salva Verdini è servito. Per garantirgli la tanto necessaria immunità ed evitare le manette gli permetteranno di candidarsi di nascosto all'estero. Così nessuno in Italia lo potrà vedere e si potrà arrabbiare nel vedere un impresentabile come lui di nuovo candidato ad onorevole». Lo scrive su Facebook il deputato M5S Danilo Toninelli. «E oltre a Renzi e Berlusconi, in questo schifo c'è pure Salvini. Passate parola ai leghisti: finalmente - conclude l'esponente 5 Stelle - capiranno chi è questo signore qua». 

La norma «è per il ministro Alfano». Lo ha sostenuto in Aula Daniela Santanché. «Colleghi di Cinque stelle - ha detto Santanché - studiate! L'emendamento non è per Denis Verdini ma per il ministro Alfano».




 
Giovedì 12 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 00:44

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-10-13 10:36:40
Sono molto contento che nostri politici pur non vivendo all estero, si candidano in un posto elettorale fuori dai confini italiani.Qusto comporta anche ottenere maggiore importanza per noi italiani viventi appunto all estero.Per√≤ una cosa mi sia permesso di dire.. Non vi sembra che stiamo diventando la repubblica delle banane.√® stata approvata dal parlamento una legge elettorale che anche molti politici stessi fanno fatica a capirla.Siamo veramente un popolo imbattibile.Cara Italia, avanti cos√¨,chiss√† dove andremo a finire.Riavremo con molta probabilit√† nuovamente al comando dell Italia il duo Berlusconi/Renzi con due personaggi del passato e per di pi√Ļ perdenti,uno ha grandi problemi con la giustizia, l Altro,tutto quello che gli √® passato tra le mani non gli √® andata bene una,in pi√Ļ aveva promesso se avesse perso il referendum di lasciare la politica, invece lo avremo ancora per tanto, ma tanto tempo.Questa √® la validit√† che hanno le promesse fatte da un politico italiano.Chi se ne frega delle promesse non mantenute noi lo voteremo nuovamente.Beh, se cos√¨ √® tanti auguri.
2017-10-13 09:03:37
tutto andrà in futuro per il meglio quando i 5 stelle finiranno come l'uomo qualunque ,fanno solo azioni di rottura e giocano alla politica e pagati pure,vedere una nullità come Di Maio su uno scanno occupato in passato da persone preparate ed esperte mi fa vomitare.fuori i vari Di Battista fanno i masaniello .Se fossero persone serie e qualificate e avessero capi meno ridicoli forse ,,,,,,,,,
2017-10-13 08:52:14
dite quello vi pare ma il cittadino può scegliere il partito che preferisce,non può scegliere l'uomo,la difesa ridicola che Di Battista padre ha inscenato in piazza la dice lunga sul vero carattere dei 5 stelle
2017-10-12 20:18:29
Suamo e rimaniamo purtroppo un paese tribale e i capi tribu decidono quello che fa comodo in nome dei "nostri figli".
2017-10-12 19:01:18
Ecco fatto, il dado è tratto, Verdini è salvo ed avra' la sua candidatura nelle circoscrizioni estere, quindi continuerebbe ad usufruire se nominato, ma sicuramente SI, della immunita' parlamentare che si sogna anche la notte per non andare dietro le sbarre....!!! W lk'Italia degli onesti...
6
  • 27
QUICKMAP