Legge elettorale, arriva il Rosatellum 2.0: c'è l'intesa fra Pd, FI, Lega e Ap. No di M5S e Mdp

Arriva il nuovo Rosatelluim, su ci c'è l'intesa fra Pd, forza Italia, Lega e Ap. Il relatore alla legge elettorale,
Emanuele Fiano (Pd), ha depositato oggi in commissione Affari costituzionali della Camera il nuovo testo base, il cosiddetto Rosatellum 2.0, che prevede il 36% dei deputati eletti in collegi uninominali e il 64% con metodo proporzionale. 

Con la nuova legge ci si potrà candidare al massimo in tre listini proporzionali diversi. Il testo prevede anche la possibilità che un candidato di un collegio sia presente in tre diverse liste proporzionali. 

Quote di genere sono presenti nel nuovo testo base della legge elettorale. In ogni coalizione nessuno dei due generi può superare la quota del 60% nei collegi uninominali a livello nazionale. La stessa quota è prevista per i partiti per ciò che riguarda i nomi dei listini proporzionali. 

Saranno poi sei i collegi uninominali maggioritari in Trentino-Alto Adige, con i restanti cinque deputati che saranno eletti con metodo proporzionale. Il testo recepisce dunque le modifiche approvate l'8 giugno scorso dall'aula con un voto segreto sull'emendamento Biancofiore-Fraccaro, che ha eliminato dalla regione autonoma il Mattarellum, che prevedeva otto collegi uninominali maggioritari e tre di recupero proporzionale. Il testo prevede anche una soglia regionale del 20% per il recupero proporzionale. 

«Per quello che ne sappiano è un tentativo serio a cui Forza Italia dà un primo via libera. Aspettiamo di leggere ovviamente i contenuti e vedere il calendario ma noi pensiamo che questa nuova proposta possa essere presa in seria considerazione», dice il presidente dei deputati di Forza Italia Renato Brunetta.

Nel centrodestra anche la Lega ha dato il consenso con Gianfranco Giorgetti. Il Pd ha sottolineato che con il Rosatellum 2.0 FI eviterebbe il listone unico con Lega e FdI, a cui sarebbe costretta con l'Italicum, attualmente in vigore. Per Fratelli d'Italia, nonostante il gradimento per la coalizione, Giorgia Meloni ha stroncato il testo: «Mi fa schifo». Il motivo, ha spiegato Ignazio La Russa, è che nella parte proporzionale i deputati verranno eletti in listini bloccati di quattro nomi, come chiede FI, mentre FdI vuole le preferenze. Un sì arriverà anche da Ap contenta per la soglia al 3%.

Se reggerà l'intesa tra tutti questi partiti il testo passerà in Commissione, ma più d'uno solleva timori che in Aula possano riproporsi problemi sui numerosi voti segreti. I collegi uninominali sfavoriscono ora il Pd ora FI nelle diverse regioni, per cui i deputati dei due partiti candidati in quelle regioni potrebbero votare contro. Ad esempio sarebbero eletti più deputati di FI in Campania o in Calabria con il Consultellum che non con il Rosatellum, e così vale per il Pd in Lombardia. Ma rispetto a giugno non c'è più lo spettro di urne anticipate, e questo porta acqua al mulino del Rosatellum 2.0. 

«Se si pensa a fare una porcheria ai nostri danni, una legge pastrocchio con la Lega, siamo pronti a non votare la fiducia. Non è possibile subire di tutto e reggere il moccolo al governo. Questa è la mia posizione personale», avverte l'ex premier Massimo D'Alema dal palco della festa nazionale di Sinistra Italiana minacciando l'addio di Mdp alla maggiroanza che sostiene il governo. 

Il Rosatellum 2.0 è «una legge incostituzionale contro il M5s: quindi, con tutto quello che abbiamo da fare in questi giorni, non perderemo tempo, neanche un istante, a discuterla. Non andrò in Commissione a perdere tempo con chi vuole fare del male alla principale forza politica del paese cercando ci creare una coalizione unica contro di noi», sottolinea il deputato M5s Danilo Toninelli. 


 
Giovedì 21 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 22-09-2017 08:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2017-09-21 23:45:45
Ora e' il turno del rosatellum fino a quando forse domani ci sara il minchiatellerum oppure fregarellum Guarda caso tutti finiscono con la lettera M Qualcosa stara' a significare provate un po ad immaginare con la M quante frasi sconcie e volgari si possono scrivere Ebbene questi sono i partiti con tutti i loro componenti di un esercito di fannulloni ben pagati per non fare nulla e di farsi le leggi che fanno comodo a loro e a i loro amici e parenti Si sperava che il M5S fosse diverso dagli altri purtroppo no sono il peggio della politica attuale e passata AL solo pensiero che il loro candidato per governare sia un certo Di Maio be che dire e' il peggio del peggio di un ragazzino che non sa nemmeno dove' di casa Forse e'li come figura in quando a governare ci penseranno la ditta Grillo Casaleggio altrimenti non si spiega la sua candidatura Comunque tornando alla legge elettorale qualunque essa sia sara' sempre per loro resoconto personale e mai a favore del popolo A proposito tutti coloro che hanno fatto si che il referendum costituzionale fosse bocciato dal popolo dietro regia dei vari partiti Tipo Meloni Salvini FI M5S e tutta la varie accozzaglie dicevano che in pochi mesi avrebbero risolto il problema con una nuova costituzione per abolire il senato e altro Ad oggi questi paraventi se ne sono guardati bene di fare qualcosa di buono Grandi teniamoci stretti 300 e passa senatori ecc che mi raccontate signora Meloni Salvini Grillo e tutti gli altri grazie di tutto per quello che non fate e di continuare a prendere per il culo il popolo con le vostre chiacchiere da bar che tutti giorni ci dite e ci raccontate
2017-09-21 20:37:02
Evviva evvivaaa ! ! L'inciucio tra il PDL ed il PD meno Elle si e' oincluso con piena soddisfazione del berlosco ed il suo pupillo contaballe toscano. Resta da vedere se riusciranno ad annientare la volonta' degli italiani, contrari al Porcellum ed all'Italicum. Questo aborto di legge elettorale e' ancora peggiore delle leggi truffaldine che lo hanno preceduto. Ma allora il referendum che lo abbiamo fatto a fare ???
2017-09-21 20:36:03
Il C.V. di Di Maio, così denso di titoli, così significativo di competenze politiche prima ancora che culturali, attesta la sua grande predisposizione ad essere un eccellente statista, tanto da far ombra a Einaudi, De Gasperi, Pertini, Andreotti, Ciampi e così via. Di Maio, novello Cincinnato salverà la patria
2017-09-21 18:43:24
Bersani e D'Alema sono contrari a questa proposta di legge elettorale. Ma la loro rottamazione e' solo questione di tempo. Pochi mesi e poi finalmente ce li leveremo di torno, e con loro se ne andranno Speranza, Gotor, Pisapia, e tutti quella della sinistra inconcludente e parassita.
2017-09-21 22:55:00
Mentre tutto il resto del PD non e` inconcludente e parassita secondo te?
20
  • 139
QUICKMAP