La nostra battaglia/ Una vittoria del realismo che limita danni al Paese

di Marco Gervasoni
Un’estate torrida: sbarchi massicci e senza fine di migranti, rivolte dei sindaci e delle popolazioni, prefetti e questori (cioè, lo Stato) in gravi ambasce. No davvero, «non ci sono le condizioni» per approvare lo ius soli, ha dichiarato nel tardo pomeriggio di ieri il presidente del Consiglio. Certo, Gentiloni ha aggiunto che le cause stanno nei disaccordi interni alla maggioranza, nel sovrapporsi dei lavori parlamentari e ha comunque assicurato che la legge sarà approvata dopo l’estate.  Un...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Luned├Č 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP