Gentiloni: «Non si risponde alle sfide con i muri. Chiederemo all'Onu di tornare in Libia»

L'obiettivo è «proporre, sollecitare l'Onu a tornare in Libia, ce n'è bisogno per il processo pace e per la questione migratoria perché le condizioni dei rifugiati in Libia hanno bisogno di essere sorvegliate e migliorate sul fronte dei diritti umani. E nessuno meglio dell'Onu ci può aiutare». Così il premier Paolo Gentiloni a New York per l'assemblea generale Onu.

Gentiloni al Palazzo di Vetro di New York, dove è in corso l'Assemblea generale dell'Onu, incontrerà oggi il capo del governo libico Fayez al-Sarraj. Nel primo pomeriggio (circa le 20,30 in Italia) Gentiloni terrà il suo intervento davanti all'Assemblea generale.

«L'illusione di rispondere alle sfide che abbiamo davanti difendendo ciascuno il proprio interesse nazionale, contrapponendo paesi a paesi è una illusione. Non si risponde a queste sfide con i muri, si risponde con un lavoro comune», ha sottolineato il premier al Rose Garden dell'Onu prima del suo intervento all'assemblea generale delle Nazioni Unite. «Oggi è un'occasione per misurare il metodo del lavoro multilaterale», ha aggiunto.

Intanto il governo smentisce i pagamenti alle milizie libiche per bloccare le partenze dei migranti. Sono stati «smentiti più volte» dal Governo i reportage giornalistici che hanno riferito di pagamenti da parte dell'Italia a milizie libiche per bloccare le partenze di migranti. Su questo, inoltre, il premier «ha riferito al Copasir ed il presidente del Comitato, Giacomo Stucchi, in dichiarazioni alla stampa, non ha rilevato elementi critici», ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, al question time alla Camera. 



 
Mercoledì 20 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:29

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2017-09-20 22:23:08
Io mi sento sempre più " populista " nel senso che mi sento di appartenere al popolo. E in quanto tale avrei un solo desiderio, che chi governa tuteli prima di tutto i miei interessi e quelli del mio Paese. Oggi però ho sentito Gentiloni che all'ONU ha citato populisti e terroristi come i mali assoluti da cui bisogna difendersi. Cosa dite, si può fargli una querela per la gravità assoluta delle sue affermazioni?
2017-09-21 12:09:57
Beata te, io mi sento sempre più straniero in patria, e non solo verso tutti questi africani che arrivano, ma anche verso i miei connazionali, chissà fino a quando. Ti invidio. *** (; - BdV/Anchise
2017-09-20 22:16:20
E basta con la litania che non si risolvono i problemi dell'immigrazione clandestina con i muri!!! Gentiloni mi dica una cosa : a casa sua c'è un portone blindato o una tenda? Così, tanto per sapere.
2017-09-20 21:19:56
Gentiloni, a NewYork, dice che i maestri delle illusioni sono al lavoro per sfruttare rabbia e delusioni: bene, adesso si deve stigmatizzare chi le denuncia, e non chi le provoca!
2017-09-20 20:40:18
Bisogna costruire muri ,far cadere ponti esistenti ,inserire la pena di morte,castrazione chimica ,carcere duro e infine rimpatriare questi stupratori ,assassini,ladri ,spacciatori mangia a sbafo del popolo italiano....! Ci vediamo alle urne...!
QUICKMAP