Femminicidio, approvato il decreto
Arresto in flagranza per stalking

ROMA - Stretta del governo contro la violenza sulle donne. E' stato approvato il decreto anti-femminicidio. E' previsto l'arresto in flagranza per maltrattamenti e stalking.

Letta. «Un decreto legge agile, solo 12 articoli. Avevamo promesso intervento duro a contrasto tutto ciò che va sotto nomeemminicidio, la promessa ora è mantenuta. Il cuore del decreto è questo, vogliamo dare un segno fortissimo di cambiamento radicale sul tema, un chiarissimo segnale di lotta senza quartiere». Ad affermarlo il premier Enrico Letta che in una conferneza stampa a Palazzo Chigi.

Alfano. Il decreto contro la violenza di genere e sui maltrattamenti, approvato oggi dal Cdm, «contiene la previsione dell'arresto in flagranza per i maltrattamenti e per lo stalking. I tribunali -ha spiegato il ministro dell'Interno, Angelino Alfano- potranno adottare delle 'corsie preferenzialì per l'esame delle cause riguardanti i maltrattamenti». Il decreto prevede inoltre il gratuito patrocino legale per chi è vittima di stalking o maltrattamenti e non si può permettere un difensore.

«La pena aumenta di un terzo se al reato assiste un minore di 18 anni. Stesso aumento se la violenza viene commessa su una donna incinta oppure dal coniuge o dal convivente»: è quanto prevede il decreto contro la violenza di genere approvato in Consiglio dei ministri e illustrato dal ministro Alfano. Stessa aggravante anche per lo stalking. Inoltre, una volta fatta, la querela è irrevocabile.

«Abbiamo visto che molti episodi di violenza domestica si verificano tra cittadini stranieri che vivono in Italia. Per questo abbiamo deciso di concedere un permesso di soggiorno per motivi umanitari, esattamente come avviene per le vittime i tratta, per le persone straniere che subiscono maltrattamenti» ha detto Alfano. «Monitoreremo costantemente con un osservatorio della Polizia -ha concluso Alfano- l'andamento della delittuosità su queste vicende, in modo che i riflettori siano sempre accesi e il Parlamento possa essere tempestivamente informato con dati sempre aggiornati».


«Abbiamo oggi approvato una serie di norme con tre obiettivi - ha aggiunto Alfano - prevenire la violenza di genere, punirla in modo certo e proteggere le vittime. Su questi obiettivi abbiamo organizzato una serie di norme che hanno lo scopo di intervenire tempestivamente prima, di proteggere la vittima, di punire il colpevole e di agire perchè la catena persecutoria non arrivi all'omicidio». Csì il ministro dell'interno Angelino Alfano ha presentato il decreto contro il femminicidio.

Tav. Gli ingressi abusivi ai cantieri di Chiomonte e nella stazione di Susa «saranno puniti con la sanzione più rigorosa» prevista «per le intrusioni in luoghi di interesse strategico - ha aggiunto Alfano. - Quando lo Stato decide di realizzare un'opera pubblica questa deve essere realizzata e chi aiuta lo Stato a realizzarla deve essere difeso
».

Nuovo prefetto a Milano. «Il Consiglio dei ministri ha nominato il nuovo prefetto di Milano, Francesco Tronca, attuale comandante dei vigili del fuoco» ha annunciato poi il premier Enrico Letta.

Protezione civile. Il Consiglio dei ministri ha approvato una nuova disciplina per l'intervento della Protezione civile in caso di emergenza. «È un intervento assolutamente fondamentale che dà al capo del Dipartimento della Protezione civile le responsabilità e le possibilità di gestire l'emergenza» senza «più quel giro articolato e complesso di burocrazia», ha spiegato lo stesso premier Enrico Letta.

Il governo ha fissato per il 23 di agosto un Consiglio dei ministri ha poi detto il premier spiegando che l'Esecutivo «lavora senza interruzione, non va in vacanza» e sottolineando che lui e il vicepremier Alfano si «alterneranno in sede» per garantire continuità.
Giovedì 8 Agosto 2013, 12:44 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
0
QUICKMAP