Milano, Renzi lancia la candidatura di Gori. Calenda: «Non siamo rottamatori, ma costruttori»

«Non credo che ci possa essere sviluppo senza un'idea di inclusione sociale e di società coesa: da qui ci sono la forza e la tempra di una Regione competitiva». Lo ha detto il candidato alla presidenza della Regione Lombardia per il centrosinistra, Giorgio Gori, all'evento organizzato dal Pd 'Milano, Lombardia, Italia. Obiettivo governo'. «È qui che si costruisce la possibilità di sviluppo - ha aggiunto -. Va fatta una grande semplificazione per integrare le politiche regionali con quelle dello Stato». Sul reddito di inclusione lanciato dal governo come misura contro la povertà «ci penseremo noi a rendere più ampia la copertura, integrando l'intervento dello Stato».


«Matteo, noi non siamo rottamatori, ma grandi costruttori e tu hai guidato questa spinta». Così invece il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, a Milano all'evento Obiettivo Governo con il candidato del centrodinistra alla regione Lombardia Giorgio Gori, si rivolge al segretario dem, Matteo Renzi. «Il 4 marzo voto centrosinistra pienamente convinto. Noi non siamo stati il governo nè della abolizione nè della rottamazione, ma della costruzione. L'Italia - evidenzia - ha bisogno di una governace forte, per affrontare un momento della storia pericoloso».
Domenica 14 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 11:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP