seguici su Google+ RSS
Giovedì 31 Luglio - agg.21:33
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

Bersani: «Meglio Monti fuori da contesa
Con Renzi combatteremo insieme»

Il segretario al Wall Street Journal: rispetteremo impegni presi con l'Europa

Pier Luigi Bersani

ROMA - «Ho sempre detto che Mario Monti deve essere ancora utile per il Paese, per questo sarebbe meglio che rimanesse fuori dalla contesa». Così il segretario del Pd Pierluigi Bersani ha risposto a chi gli ha chiesto cosa ne pensasse di un impegno del premier alle prossime elezioni.

Bersani non ha nascosto poi i suoi timori per il rialzo dello spread e il calo di Piazza Affari, dopo l'annuncio delle dimissioni del premier. «Sono preoccupato dalla tempesta finanziaria, ma cerchiamo di dare un messaggio: il governo è lì, la legge di stabilità si fa e il centrosinistra ha sempre garantito i conti pubblici e portato avanti una politica fortemente europeista».

«Dopo le primarie siamo tutti più in salute, con Renzi combatteremo insieme la battaglia», ha poi sottolineato il segretario Pd, commentando le avances di Berlusconi a Renzi, già respinte dal sindaco di Firenze. «Sono cose che non esistono. Invito Berlusconi a non cadere nel ridicolo, anche se è un luogo da lui ampiamente frequentato».

Sulla ricandidatura di Berlusconi, il segretario del Pd ha detto che non intende fare «molte polemiche: io ho una fiducia enorme negli italiani che hanno i fatti spiattellati davanti per poter riflettere».

«Osservo con amarezza che la destra ci ha preso in giro per sei mesi sulla legge elettorale, avevano in testa già questo e ci hanno preso in giro per arrivare qui», ha poi detto Bersani commentando il fatto che alle prossime elezioni politiche si andrà a votare con il Porcellum.

«Se stiamo nelle possibilità teoriche, nel mese di febbraio ci sono più possibilità», ha poi risposto Bersani a chi gli chiedeva se fosse plausibile la data del 24 febbraio per le elezioni politiche. «Da Monti - ha continuato - abbiamo avuto una domanda formale se ci riteniamo in condizione di approvare la legge di stabilità in tempi rapidi, ovvero prima di Natale. Abbiamo detto di sì. Dopo l'approvazione della legge di stabilità, il combinato fra le dimissioni di Monti e lo scioglimento delle Camere porterà all'individuazione della data per le elezioni».

«Noi rispetteremo gli impegni presi con l'Unione europea e li faremo nostri». Lo afferma il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, in una intervista al Wall Street Journal. «Basta guardare il resto del panorama politico italiano. Se noi non esistessimo, dovreste venire a cercarci. Senza di noi l'Italia sarebbe un problema per l'Europa e per il mondo», ha continuato Bersani.

«Io credo - aggiunge Bersani - che sarà possibile raggiungere il pareggio di bilancio il prossimo anno in termini strutturali ma sono sicuro che l'anno successivo la situazione europea favorirà una discussione e una rivisitazione delle politiche economiche e fiscali non per superarle ma per migliorarle con correzioni orientate ad una maggiore flessibilità».

«Concordo che in passato i governi di centrosinistra hanno offerto un'immagine di divisioni, come nell'ultimo governo Prodi. Ma all'epoca c'erano 12 partiti diversi, e non c'era ancora il Pd. Oggi le cose sono diverse. Il nostro partito è la maggiore forza politica italiana e ha la sua identità», ha quindi sottolineato il segretario del Pd, assicurando che la sua coalizione è molto diversa da quella che portò in passato Romano Prodi a Palazzo Chigi.

Bersani conferma che pensa a una larga alleanza con le forze moderate di Casini e Montezemolo, definite come realtà «centriste, europeiste». Quindi ribadisce che malgrado le pressioni del partito di Nichi Vendola «la discussione sull'articolo 18 è un capitolo chiuso».

Infine, riguardo al rinnovo generazionale e al ruolo futuro di Metteo Renzi, il segretario del Pd assicura che punta a un «mix di personalità con grande esperienza a giovani che hanno già mostrato il loro valore sul campo»: «Chiederò a Renzi - afferma - di essere più coinvolto nel dibattito interno al nostro partito».

E riguardo all'invito di Berlusconi al sindaco di Firenze, dice: «Inviterei Berlusconi a non cadere nel ridicolo anche se è un luogo che ha già ampiamente frequentato. Dopo le Primarie - sottolinea il sgretario del Pd- siamo tutti più in salute. Si combatterà insieme questa battaglia, questi giochini lasciano il tempo che trovano. Tutto il Pd, anche Renzi, combatterà insieme».

Lunedì 10 Dicembre 2012 - 10:41
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
EDIZIONI LOCALI
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Fanno bagno nel mare agitato per festeggiare: muoiono in 23

Almeno 23 persone sono affogate ieri a Karachi (Pakistan meridionale) dopo aver sfidato un divieto di...

«Non pagano vacanza in Thailandia». Denunciati Minetti e il figlio di Gigi D'alessio

È finita con una denuncia ai carabinieri la vacanza di Nicole Minetti e del fidanzato

Squalo morto pescato nel porto di Corigliano FOTO

Una carcassa di squalo Capopiatto, non pericoloso per l'uomo e conosciuto anche come «pesce...

Biglietti per vedere dal vivo il parto della ex star del Grande Fratello. 12mila euro: tutti venduti

​Avrebbe voluto abortire per partecipare al Grande fratello, edizione inglese, poi il web l'ha...

Roma, aereo Blue Panorama torna indietro per guasto: odissea per i passeggeri

La vacanza a Cuba per ora la stanno trascorrendo in un hotel alla periferia di Roma. Ieri mattina il volo...

CASA
Semplificazione amministrativa per pensioni ex Inpdap e ex Enpals
Procedure unificate, sistemi di pagamento allineati a quelli Inps
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009