seguici su Google+ RSS
Martedì 29 Luglio - agg.20:48
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

Liste, depositato il simbolo Pdl
con la scritta "Berlusconi presidente"

Pd: aspettiamo di sapere chi è il candidato premier del centrodestra. La Lega toglie il nome del segretario dal simbolo

Silvio Berlusconi

ROMA - Silvio Berlusconi è il capo della coalizione di centrodestra: lo ha confermato in mattinata Ignazio Abrignani, responsabile dell'ufficio elettorale del Pdl, appena è arrivato al Viminale per depositare il simbolo del Popolo delle Libertà in cui compare la scritta "Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente". I partiti della coalizione sono sette, come nello schieramento del centrosinistra: Pdl, Lega Nord, Grande sud insieme a Mpa, Pensionati, Intesa popolare, Mir e La Destra di Storace. Nel frattempo anche Roberto Calderoli è tornato al Viminale per cambiare uno dei due simboli già presentati, quello della Lega Nord e "Maroni presidente", perché contengono ambedue il nome del leader del partito.

Maroni: «Berlusconi presidente? Sì, del Pdl». «Lui è il presidente del Pdl» risponde Roberto Maroni a chi gli chiede un commento sulla dicitura "Berlusconi presidente" nel simbolo elettorale. «Non temo che ciò possa ingenerare equivoci - dice Maroni - dopo che nel patto elettorale con il Pdl non è stato deciso il candidato premier comune».

«Duelli in tv tra capi coalizione». «Ci va chi ci vuole andare: la legge prevede il capo della coalizione, si applichi il regolamento» dice Maroni a chi gli chiede un commento sulla sfida lanciata da Berlusconi a Bersani per un confronto elettorale in tv.

Enrico Letta: Maroni liquida Berlusconi, aspettiamo di sapere chi è il candidato premier. «Non ci sono dubbi e sono state inutili le difese d'ufficio - dice Enrico Letta, vice segretario del Pd - Le parole di Maroni confermano che Silvio Berlusconi non è il candidato premier della coalizione di destra, ma solo il presidente del Pdl. Rimaniamo in attesa di sapere chi sarà la persona indicata dalla coalizione come presidente del Consiglio».

"Berlusconi presidente". In tutta Italia il Pdl correrà per Camera e Senato con la scritta "Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente". Nelle circoscrizioni estere di Camera e Senato compare invece la dicitura "Il Popolo della Libertà Centrodestra Italiano". Sono stati presentati anche il programma e gli "apparentamenti". La coalizione di centrodestra sarà guidata da Berlusconi ed è così composta: dall'asse Pdl-Lega al Nord; al Sud ci sarà la lista di stampo meridionalista "Grande sud" promossa da Gianfranco Miccichè e sostenuta da alcuni governatori del Pdl, insieme alla formazione politica autonoma di Raffaele Lombardo, Mpa-Pds; "Fratelli d'Italia"- "Centrodestra nazionale" del tridente La Russa-Meloni-Crosetto; il "Mir" dell'imprenditore Samorì; "La Destra" di Francesco Storace; "Intesa popolare" di Giampiero Catone; i "Pensionati" di Fatuzzo. A Palazzo Madama la coalizione guidata dal Cavaliere correrà con altri quattro piccoli partiti: "Rinascimento Italia"-"Lista del merito" di Arturo Artom; "Basta tasse"; "Liberi da Equitalia"; "Lista del Popolo".

Pdl verso l'ok a candidatura Cosentino in Campania. Il Pdl va verso il via libera alla ricandidatura di Nicola Cosentino, imputato in due processi in Campania. Il commissario campano, Nitto Palma, darà a Roma le proposte per le liste tra due-tre giorni, ma intanto sottolinea di «aver letto le carte» e che contro Cosentino «vi è un impianto accusatorio non accettabile». Nitto Palma - magistrato ed ex guardasigilli - ha detto: «Su Cosentino ripeto quanto ho detto, la stessa cosa dichiarata da Berlusconi a Porta a Porta e Servizio pubblico. Valuteremo caso per caso le singole posizioni degli inquisiti. Se leggendo le carte troveremo elementi di sostegno alla pubblica accusa, assumeremo le determinazioni conseguenti. Se non troveremo elementi di supporto assumeremo la relativa decisione assumendocene le responsabilità».

Sono stati depositati complessivamente 215 simboli al Viminale. L'ultimo simbolo depositato si chiama "Unione popolare". Il primo depositato la mattina di venerdì scorso era stato quello del Movimento associativo Italiani all'estero con Merlo (Maie). Col numero 214 la lista Moti democratici di Severino Antinori. Alle politiche del 2008 i simboli presentati erano stati 181, 153 quelli ammessi.

Domenica 13 Gennaio 2013 - 11:29
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
EDIZIONI LOCALI
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Pisa, uccide la madre dopo una lite per la cena

Ha sgozzato la madre con un coltello da cucina e poi ha dormito con il cadavere in casa. ​

Permessi ztl, ecco la lista dei vip. Tutti in centro grazie al dirigente dei vigili

Da stilisti famosi a noti imprenditori della ristorazione e manager dei locali di grido del Centro.

Termini, trappola nomadi al colonnello Accerchiato e derubato un ufficiale gdf

​Dopo un tentativo di furto andato male, hanno messo a segno un colpo quasi perfetto, scegliendo...

Maledizione delle Torri Gemelle: 2.500 soccorritori si sono ammalati di cancro

Oltre 2.500 soccorritori che hanno lavorato a Ground Zero dopo il crollo delle Torri Gemelle si sono ammalati...

Roma, donna aggredita da cani randagi in un parco

Una donna di 43 anni è stata aggredita da alcuni cani randagi in un parco a Roma.

CASA
Semplificazione amministrativa per pensioni ex Inpdap e ex Enpals
Procedure unificate, sistemi di pagamento allineati a quelli Inps
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009