Virginia, Casa Bianca: «E' come terrorismo». L'Fbi indaga per violazione dei diritti civili

L'Fbi ha aperto un'indagine su possibili violazioni dei diritti civili per l'incidente che si è verificato a Charlottesville, in Virginia, dove un'auto si è schiantata contro la folla durante una manifestazione dei suprematisti bianchi. Il conducente del mezzo è stato identificato come James Alex Fields, 20 anni di Maumee, in Ohio. Negli incidenti è morta una persona. Due poliziotti sono deceduti (nella foto ANSA) a seguito del fatto che l'elicottero con cui avevano vigilato sulla manifestazione di è schiantato a terra.



Intanto Donald Trump finisce nel mirino, travolto dalle critiche per non aver condannato esplicitamente i suprematisti bianchi per gli scontri di Charlottesville​. E per essere intervenuto, peraltro, dopo la moglie Melania. Al dunque è intervenuta anche la figlia Ivanka. «Non c'è posto nella società per i suprematisti bianchi e per i neonazisti» ha scritto su Twitter.

Secondo la Casa Bianca gli scontri rientrano nella «definizione di terrorismo». Lo afferma il consigliere alla sicurezza nazionale, H. R. McMaster, in un'intervista a ABC. «Ogni volta che si commette un attacco contro la gente per incitare la paura, è terrorismo» dice McMaster, condannando gli incidenti. «Sono un atto criminale contro gli americani. Un atto che potrebbe essere stato motivato dall'odio e dall'intolleranza, ma vedremo cosa emerge dalle indagini».
Domenica 13 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 14-08-2017 09:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 11
QUICKMAP