Usa, si getta tra le fiamme per aiutare la moglie intrappolata in casa da un incendio: 70enne muore, ma riesce a salvarla

di Federica Macagnone
Solo quando è uscito terrorizzato dalla propria abitazione in fiamme e si è guardato indietro, Harold Morse si è reso conto che la moglie non lo aveva seguito: lui era salvo, ma lei era ancora dentro, intrappolata. A quel punto non ha avuto dubbi: non poteva aspettare e stare solo a guardare, sperando che i pompieri la tirassero fuori dall'inferno di quel rogo che stava distruggendo tre case del complesso residenziale. Lei era sola, in balia dell'incendio, e lui, nonostante i suoi 70 anni, come un principe azzurro delle favole si sarebbe buttato nel fuoco per salvarla. E così ha fatto: è rientrato nel palazzo tra fumo e fiamme, è risalito per andare a cercare la sua compagna, che stava ancora dormendo, e l'ha tirata fuori di lì. È stata l'ultima, estrema, dichiarazione d'amore per la donna che amava più della propria vita: lei si è salvata, Harold è morto intossicato dalle esalazioni. 

La tragedia è avvenuta sabato a Forest Acres, nella Carolina del Sud, dove i pompieri hanno dovuto faticare non poco per domare l'incendio che ha danneggiato seriamente il complesso condominiale Point Arcadia. Quando la situazione si è normalizzata è venuto alla luce l'episodio che il capo dei vigili del fuoco, Aubrey Jenkins, ha salutato come un atto di eroismo. «Noi cerchiamo sempre di dissuadere le persone dal rientrare negli edifici in fiamme - dice Jenkins - ma, come ho detto alla vedova, Harold è stato un vero eroe che si è sacrificato per lei». Uno di quegli eroi che non esistono solo nelle favole.
Marted├Č 9 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10-01-2018 13:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 9
QUICKMAP