Usa, partorisce e abbandona la figlia tra i cespugli: la polizia la incastra seguendo la scia di sangue

di Federica Macagnone

Per nove mesi ha custodito quel segreto. E mentre la pancia cresceva e lei andava in giro con abiti sempre meno attillati, maturava il più folle dei piani per disfarsi di quella figlia che non avrebbe mai voluto: l'ha abbandonata tra i cespugli di un complesso residenziale a Houston, in Texas, condannandola a morte certa se la piccola non avesse usato tutto il fiato che aveva in corpo per aggrapparsi alla vita. Sono state le sue grida a salvarla, a richiamare l'attenzione di un uomo che l'ha trovata nuda con i pugni e gli occhi chiusi e il viso paonazzo per la disperazione. Adesso quelle immagini stanno facendo il giro del mondo: un salvataggio in extremis che sta commuovendo il web e, al contempo, sta scatenando la rabbia contro Sidney Woytasczyk, 21 anni, quella madre che avrebbe potuto abbandonarla in un'ospedale o presso una stazione dei vigili del fuoco, e invece aveva deciso di gettarla come spazzatura.



Sidney ha messo al mondo la bambina mercoledì: ha strappato il cordone ombelicale e l'ha abbandonata tra il fogliame. Poi si è allontanata sperando di averla fatta franca. Alle cinque del mattino di giovedì Albert Peterson stava uscendo dal complesso residenziale quando ha sentito quel pianto: «All'inizio ho pensato fosse un gatto, ma quando mi sono avvicinato sono rimasto sotto choc. La bimba era nuda, distesa su un letto di fiori e aveva formiche ovunque. Aveva il cordone ombelicale ancora attaccato. Piangeva disperatamente, ma stava combattendo». Sul posto, insieme a lui, è accorso John Baldwin, un altro residente del complesso, che ha azionato la telecamera del suo cellulare, filmando la piccola e il suo pianto. I due hanno chiamato la polizia e la bambina è stata immediatamente portata in ospedale: i medici le hanno riscontrato un'infezione batterica, dovuta al fatto che il cordone era stato strappato e non tagliato in sicurezza, e un'alta frequenza cardiaca. Tuttavia era in buone condizioni ed è stata affidata ai servizi sociali.
 
 


La polizia si è messa immediatamente sulle tracce della madre ed è riuscita a raggiungere la porta di casa sua seguendo la scia di sangue lasciata dalla ragazza: in un primo momento la giovane ha negato di avere qualcosa a che fare con la neonata, ma poi ha confessato di averla messa al mondo poche ore prima. Sotto choc il fidanzato Deandre Skillern e la madre di Sydney, Tina, che non avevano idea della gravidanza. Adesso l'uomo sta aspettando il test del Dna, ma è sicuro che la piccola sia sua figlia e ha espresso il desiderio di prendersene cura. «Se queste persone non l'avessero trovata staremmo trattando il caso come omicidio - ha detto Thomas Gilliland, vicedirettore della Contea di Harris - È un miracolo che la bambina sia stata trovata e soprattutto non capiamo perché la ragazza non l'abbia abbandonata all'ospedale che si trova a poco più di un chilometro di distanza. La prossima settimana Sydney comparirà davanti ai giudici».

In Texas i genitori che vogliono abbandonare i propri figli possono farlo seguendo la legge Baby Moses: la norma prevede che i neonati non superino i 60 giorni e devono essere portati in luoghi chiamati “Safe Haven” presso ospedali e stazioni dei vigili del fuoco. Tuttavia Sydney ha scelto di abbandonare la sua bambina tra i cespugli: saranno adesso i giudici a determinare le accuse. Per la piccola, ora, inizia una seconda vita: il Child Protective Services è stato bombardato dalle telefonate di famiglie che vogliono adottarla. Il primo passo verso un'esistenza felice.
Sabato 12 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-08-2017 14:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-08-12 17:44:54
Il fidanzato non si ├Ę accorto del pancione?
1
  • 875
QUICKMAP