Trump presidente, decisivo il voto dei bianchi: la sorpresa sono le donne

Hillary Clinton
di Anna Guaita
I bianchi si sono schierati con Trump, come ci si aspettava. Ma anche una dignitosa fetta del voto dei latino-americani è andata a Trump, per non parlare di una piccola componente di voto afro-americano: e sono stati questi due gruppi di fatto a negare la presidenza a Hillary Clinton. Si sapeva che la candidata democratica non avrebbe ottenuto la fiducia degli elettori bianchi, soprattutto di quelli senza titoli di studio universitari. AFFLUENZA DECISIVA Ma i calcoli erano chiari: se avesse potuto ripetere l'affluenza alle urne...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 10 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 14:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2016-11-10 20:46:23
Non mi pubblicate i commenti perché ho detto che finalmente i bianchi americani hanno recuperato il loro orgoglio. Che dire, masochisti assoluti...
2016-11-10 16:38:15
Sig.ra Guaita vedo che continua a non pubblicare i miei commenti. Non importa. Trump ha vinto e voi continuate a coprirvi gli occhi e tapparvi le orecchie. La gente ne ha le tasche piene di buonismo spicciolo...
2016-11-10 15:35:55
X Scioccolade. Hai fatto centro. I media ormai quasi tutti di sinistra, vivono in un mondo di fantasia e trasmettono una verita che non esiste. Come Americano posso dire che qui siamo stufi di supportare milioni di parassiti che non vogliono lavorare, non approviamo l'immigrazione illegale perche porta ineguaglianza sociale e soprattutto crimine in quantita industriale, e poi in una nazione dove la maggioranza bianca ha eletto un presidente nero non se ne puo piu di leggere che e` un paese razzista, quando qui ci sono neri che guadagnano centinaia di milioni di dollari. Basta ne abbiamo le tasche piene, io soprattutto guardo all'Italia e mi inorridisco nel pensare che l'America diventi un paese simile al modello Europeo. Qui il merito ancora conta e chiunque, a prescindere dll'etnia di appartenenza piu avere successo nella vita. Basta lavorare. E ovvio che chi vive alle spalle del sistema ha paura che un giorno la pacchia possa finire. Fortunatemente in questo paese la maggioranza crede nella legalita e nel lavoro.
2016-11-10 14:41:09
COME DICE un vecchio adagio:TuttO CIO 'che e' in cielo in terra cade, destino ha voluto che noi poveretti che paghiamo paghiamo paghiamo dobbiamo sperimentare cosa vuole dire ,un matto nella stanza dei bottoni .HA PROMESSO POSTI DI LAVORO ma oggi nelle catene di montaggio ci sono i robot, per scrivere i compiuter e via dicendo ,nell'agricoltura ci sono le macchine ,che faremo? non si sa "i posti di lavoro che ha promesso ,dove sono? anche noi che mettiamo la crocetta sopra al soggetto che strilla di piu' che la spara piu' grossa "non e' un caso che la gente dice :mi deve far ridere "cosi ridiamo e paghiamo ,perche ci lamentiamo ?
2016-11-10 09:35:50
Ma guarda un po', quando vince la destra restano tutti basiti. Tutti increduli che perfino le minoranze calcolate tutte per il candidato "dem" abbiano invece preferito in buona misura il candidato "rep". Ma non sara' forse che i media di orientamento "dem", la grande maggioranza, con una egemonia quasi incontrastata nel mondo dell'informazione, sono diventati autoreferenziali, vale a dire che non ci capiscono piu' nulla del mondo reale e della gente reale?
6
  • 40
QUICKMAP