Russia, la società è in crisi nera: il commissario tenta il tutto per tutto comprando i biglietti della lotteria

Chissà che la fortuna non riesca laddove i conti non portano più. A stabilire il destino della Upravliaushaia Kompania, società municipale della regione russa della Khakassia, sarà la dea bendata. Alexei Nikolayuk, il commissario chiamato dal tribunale a risanarne i conti, di fronte a una situazione fin troppo compromessa e ha impiegato gli ultimi denari presenti in cassa per acquistare 100 biglietti della lotteria di fine anno. «Cari creditori», recita la lettera inviata da Nikolayuk. «La mia decisione è stata dettata dalla comprensione che i debiti della società potranno essere ripagati solo grazie a un miracolo».

«La lotteria - argomenta - è una chance, illusoria, ma pur sempre una chance: può essere che il primo gennaio 2018 avremo un po' di fortuna». I creditori - riporta il sito Tayga.info - potranno presentare ricorso contro l'insolita decisione del commissario e in quel caso i 10mila rubli usati per acquistare i biglietti - 100 rubli cadauno, per un totale di circa 140 euro - saranno restituiti grazie ad un'assicurazione stipulata ad hoc e lo stesso Nikolayuk rileverà i tagliandi. E addio società.
Luned├Č 13 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2017 10:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 5
QUICKMAP