Repubblica Dominicana, 16enne incinta trovata morta in una valigia abbandonata: arrestati il fidanzato e sua madre

di Federica Macagnone
Domande senza risposta, versioni contrastanti e una verità ancora tutta da scoprire. È un giallo a tinte fosche quello che si cela dietro l'omicidio di Emely Peguero, 16enne della Repubblica Dominicana, il cui corpo è stato trovato stipato in una valigia ai bordi di una strada. In manette sono finiti Marlon Martinez, il fidanzato americano 19enne, e Marlyn Martinez, madre del ragazzo.
 

Emely era incinta al quinto mese quando è stata vista l'ultima volta dalla sua famiglia lo scorso 23 agosto: quel giorno Marlon era passato a prenderla, poi lei era svanita nel nulla. Dopo la denuncia della madre Adalgiza Polanco, il giovane ha confessato di aver gettato il corpo della fidanzata in un fossato: secondo la sua ricostruzione i due erano andati in un centro medico a San Francisco de Macorís per un'interruzione di gravidanza (nella Repubblica Dominicana l'aborto è illegale, ndr), ma la ragazza era morta in seguito a delle complicazioni. Agli investigatori Marlon ha raccontato di essersi fatto prendere dal panico e di essersi disfatto del corpo della ragazza.

Venerdì il corpo di Emely è stato trovato in una valigia: dai primi esami sul cadavere è emerso che è morta in seguito a una lesione dell'utero e a un trauma alla testa. Marlon e Marlyn sono stati entrambi arrestati: la donna ha rivelato di conoscere il luogo in cui il figlio aveva abbandonato il corpo della fidanzata. Un terzo sospettato, di cui non è stata rivelata l'identità, è stato preso in custodia per il possibile coinvolgimento nell'occultamento del cadavere.

Il giallo ha indignato il Paese e Marlon, Marlyn e il loro avvocato, César José Hernández, hanno ricevuto numerose minacce di morte dopo la notizia del ritrovamento del corpo.
Venerdì 8 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 09-09-2017 14:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 25
QUICKMAP