Pedofilo molesta una 13enne, il padre lo trova in bagno e lo massacra di botte

La vendetta del padre della vittima
Aveva abusato di una ragazzina di appena 13 anni, così il padre della vittima è andato a cercarlo e si è vendicato, prendendolo a calci. Tutto è avvenuto in Messico, a Cancun per la precisione: il presunto pedofilo di 23 anni, Bernabe N., pescato dal padre della bimba dentro una toilette, è stato trascinato fuori, gettato a terra e malmenato duramente: calci al corpo, al volto, pugni. Aveva ancora i pantaloni scesi, forse è stato interrotto mentre stava facendo pipì nel bagno.

Tutto è stato fedelmente ripreso da un telefonino, si pensa di un amico dell'aggressore: entrambi sono stati arrestati dalla polizia. Gli inquirenti stanno cercando di capire bene le dinamiche del fatto.
Martedì 15 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 17-03-2016 13:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2016-03-15 12:07:09
Per caso c'è qualcuno che ha il coraggio di dare torto al padre?
2016-03-15 12:30:12
Un ragazzo di 23 anni che si accompagna ad una ragazzina di 13 non è definibile pedofilo con assoluta certezza. Magari si è trattato di un amore adolescenziale di una ragazzina precoce. Sono padre di una ragazza di 19 anni e non so come mi sarei comportato in un frangente simile. In caso di un uomo di 30 o più anni non avrei avuto esitazione.
2016-03-15 13:51:52
Scusate ma "Aveva ancora i pantaloni scesi" che lingua e'? No perche' italiano non e' di sicuro...
2016-03-15 18:08:23
giusta punizione
4
  • 2,2 mila
QUICKMAP