Parigi, paura sugli Champs Elysées: uomo si lancia con l'auto contro furgone della polizia: è terrorismo

Paura a Parigi. Un uomo si è schiantato volontariamente con la propria auto contro un furgone della gendarmeria sugli Champs-Elysées. L'incidente è da ritenersi concluso, anche se la zona resta transenata. L'attentatore, che era già noto alla polizia, è morto, ha annunciato il ministro dell'Interno, Gerard Collomb.
 
 

Dopo lo schianto l'auto è esplosa perché aveva al suo interno bombole di gas. L'informazione è della tv BFM, presente sul posto. Secondo la stessa fonte, l'attentatore aveva «diverse armi e munizioni».

L'uomo alla guida è nato nel 1985 ed è schedato S, sigla riservata per i sospetti radicalizzati. Lo riferisce il quotidiano Le Parisien. Secondo il quotidiano, il 31enne, nato ad Argenteuil (Val-d'Oise), vicino a Parigi, era «radicalizzato e armato».


«Evitate il settore», ha twittato la prefettura di polizia di Parigi. L'auto ha preso fuoco all'altezza della fermata della metropolitana Franklin Roosevelt. L'azione, che si è conclusa davanti al commissariato dell'VIII arrondissement, si è svolta a poche centinaia di metri dall'Eliseo, dove questa sera il presidente Emmanuel Macron riceverà per una cena ufficiale il re di Giordania, Abdallah.

«Ancora una volta le forze di sicurezza in Francia sono state colpite con questo tentativo di attentato sugli Champs-Elysées», ha detto il ministro dell'Interno francese giunto sugli Champs-Elysées. «Nell'auto - ha aggiunto - c'erano un certo numero di armi ed esplosivi che avrebbero dovuto consentire di far esplodere il veicolo». Collomb ha poi aggiunto che quanto accaduto conferma l'«alto livello di minaccia» terroristica e la necessità di varare la nuova legge antiterrorismo promessa da Macron.
Lunedì 19 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-06-2017 14:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2017-06-21 09:38:38
Avete voluto Macron? Adesso godetevelo insieme ai vostri "pacifici" musulmani!
2017-06-20 12:25:41
Secondo questa me è l'evidenza che l'ISIS si stia sfaldando. E' proprio la percezione che ne ho. Stanno arretrando con un attentato ogni sei ore. Più ci attaccano e più significa che sono deboli. Speriamo allora che aumentino presto gli attentati come segno che l'ISIS sia sull'orlo dello sfinimento. Si, si......un po' come al baghdadi che FORSE l'hanno beccato. O come Corbin che si appresta ad andare a Downey Street. Poracci. Se la soneno e se la canteno.
2017-06-20 10:34:20
Come dice il nostro Governo (anzi il loro visto che non abbiamo votato) bisogna approvare lo ius soli come atto di civiltà ed integrazione. Certo, peccato che questi la civiltà non sanno nemmeno cosa sia e quanto ad integrarsi non ci pensano nemmeno. Ma può essere civile uno che crede che se muore per l'islam và in un paradiso dove lo aspettano delle vergini tutte per lui? Ma ci rendiamo conto che questa gente è rimasta come livello di civiltà al medioevo? Lo ius soli in francia esiste da tempo...ecco i risultati di integrazione che ha portato! Non serve dargli la cittadinanza ma cambiare il nostro modo di accigligliere: resti da noi se dimostri di meritarlo, non per decreto!
2017-06-20 10:31:44
L'enfant prodige Machhhron inizia col botto. Indagato lui, il braccio destro, gli alleati, record astenzionismo e già il primo attentato. Ma magari stavolta la colpa è del sindaco.
2017-06-20 10:12:03
Si puo' mai continuare in questo modo ? E' questa la vita alla quale i governanti d'Europa hanno deciso di condannarci ? Mille e mille e mille episodi di ogni giorno, di sangue e no, dicono che il multiculturalismo è pura invenzione, che è, semplicemente, il parto di visionari che non sanno vedere quello che gli succede intorno. Che è del tutto impossibile l'integrazione, e tanto meno l'assimilazione, di gente che si trasferisce in Europa non per diventare Europea, per sposare la nostra civilità, ma per fare diventare l'Europa. appropriandosene, uguale alle terre da dove essa proviene; in ogni campo, da quello religioso, a quelli del diritto, delle abitudini di vita e dell' applicazione della legge. E ci sta riuscendo alla grande se si pensa che le nostre strade sono ormai popolate di donne velate e le nostre città disseminate di moschee, che ci sono numerosissimi e ben nascosti casi di poligamia, che nel Regno Unito, e non solo, viene consentito di applicare la sharia in luogo dell'illuminata e progredita common law. Non si è capito che lentamente, inavvertitamente si sta preparando la guerra civile, che si stanno tanto esasperando le popolazioni, che si sta tanto abusando della loro pazienza e che lo si sta spingendo nelle braccia del fascismo e del nazismo visto che questa democrazia, questa marcia, inetta democrazia non riesce a introiettare, al punto in cui stanno le cose, che ognuno deve stare a casa propria e che l'assimilazione, l'integrazione può riguardare italiani, polacchi, francesi, spagnoli ecc, e mai chi non ha conosciuto, né conoscerà, l'illuminismo, chi ha fatto della teocrazia ragione di vita e considera infedele da eliminare chiunque non pensa e non si comporta alla sua stessa maniera.
19
  • 477
QUICKMAP