Salvato dall'infarto grazie al figlio di 5 anni, si toglie la vita due giorni dopo

Solo pochi giorni fa vi avevamo raccontato della storia a lieto fine di Kevin-Djené, un bimbo francese di cinque anni che era riuscito a salvare la vita al papà, colpito da un infarto.


Era accaduto nella tarda serata di mercoledì scorso a Saint-Pierre-la-Cour (Mayenne), nell'ovest della Francia. Il bimbo, credendo che il papà fosse morto, era riuscito, ancora in pigiama, a pedalare in bici per 3 km sotto la pioggia prima di incontrare gli uomini che lo hanno aiutato a salvare la vita all'uomo.






Come riporta Ouest France, il dramma si sarebbe consumato, in maniera ancora peggiore, tre giorni dopo: nella notte tra sabato e domenica l'uomo, che forse soffriva di depressione si sarebbe tolto la vita.
Martedì 12 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2016 09:02

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2016-01-13 03:08:56
A questo punto, visto lo sviluppo della vicenda, credo che quello da cui il padre del povero ragazzino è stato salvato dopo la sua corsa in bicicletta, fosse non un infarto, ma un tentativo di suicidio. Capita purtroppo che poi una volta salvati, alcuni aspiranti suicidi ci riprovino. Per tutelare il bambino evidentemente, e giustamente, la prima notizia era di infarto, ma ora credo si possa dire con approssimazione forte che non fu infarto ma un tentativo di suicidio. Ho tanta paura che questo povero ragazzino vivrà per anni come una colpa il fatto di non essere riuscito ancora una volta a salvare suo padre. povero piccolo......
1
QUICKMAP