Migranti, la Germania rispedisce all'Italia i richiedenti asilo

Migranti rispediti al mittente. Da inizio giugno, l'Ufficio federale tedesco per la migrazione avrebbe cominciato a rispedire indietro in Italia tutti i nuclei familiari di richiedenti asilo, approdati prima nella penisola, come prevede il regolamento di Dublino. Lo riferisce il Neuen Osnabruecker Zeitung citando documenti interni al BAMF, secondo i quali la capacità ricettiva in Italia è «notevolmente aumentata» e per questo adesso offre delle garanzie di accoglienza e protezione, che in precedenza non garantiva.

Dal 2014 la Germania aveva sospeso l'applicazione di Dublino nei casi in cui i paesi di prima accoglienza non fossero stati in grado di garantire la dignità dei richiedenti. Tra questi paesi figurava anche l'Italia oltre alla Bulgaria e alla Grecia. Ora le cose, viste da Berlino, sono cambiate: l'Italia è in grado di far fronte all'accoglienza. Della stessa opinione è anche il Tribunale europeo per i diritti umani, secondo il quale gli impegni presi dall'Italia in materia sono sufficienti. Unica eccezione, le famiglie con bambini piccoli o neonati. Per loro il regolamento di Dublino non si applica ancora. 
Venerdì 4 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-08-05 17:06:04
piccolapeste 11.06.... Beh, se queste sono le regole, bsogna rispettarle. Queste regole sono state firmate anche dal nostro paese. Però voglio ricordare che in quell`anno dove sono entrati in Germania quaisi un milione di profughi o clandestini, la maggior parte erano provenienti dalle regioni balcaniche e non dal mediterraneo.Perciò io credo che non saranno molte le persone che ritorneranno in Italia.Una gran parte di queste, si sono sitemate in germania e i giovani hanno già trovato un lavoro.Perciò state tranquilli non ci sarà una seconda invasione.
2017-08-05 14:49:11
Ma cosa seguiamo a fare le regole ancora? nemmeno i più fessi fanno così, forse solo i suicidi.
2017-08-05 11:46:25
Da non fare entrare in Italia in modo assoluto. Le regole non possono essere che ognuno va a prendere gente nel Mediterraneo per lo più NON IN PERICOLO e NON AVENTI DIRITTO e li scarica da noi. E' assurdo e se queste sono le regole, la regole devono essere disttese e poi cambiate.
2017-08-05 11:32:49
E allora cominciamo a rimandarli indietro, in Libia, come primo paese di partenza. Cosi` ce ne strafregheremo di Dubblino.
2017-08-05 11:06:05
Mario da Francoforte che ci dice?
8
  • 1,8 mila
QUICKMAP