Marò in Italia per Natale: Corte del Kerala concede la licenza

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone
NEW DELHI - L'Alta Corte del Kerala ha concesso ai Marò di rientrare in Italia per le feste natalizie. «La partenza di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone potrebbe avvenire già sabato», avevano riferito ieri all'Ansa fonti legali a Kochi.

Fino al 10 gennaio.
I giudici hanno precisato che la licenza di due settimane concessa ai due marò italiani non può superare la data del 10 gennaio. Inoltre «le autorità italiane dovranno segnalare alla polizia di Kochi i movimenti dei due militari», ha spiegato l'avvocato Vijaya Bhanu.

Garanzia finanziaria di 800mila euro.
Per la licenza natalizia dovrà essere lasciata una garanzia finanziaria di 60 milioni di rupie, pari a oltre 826 mila euro.

Il ministro Terzi: sollievo.
«Abbiamo appreso la notizia con grande sollievo: una prova della sensibilità indiana per i valori piu sentiti del popolo italiano per l'importante festività natalizia». Cosi il ministro degli esteri Giulio Terzi commenta la concessione da parte della corte indiana del permesso ai marò.

Di Paola.
«Oggi è un giorno di festa», commenta il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, che si dice «fiducioso che la Corte Suprema di New Delhi, alla riapertura dopo le feste, sappia concedere la giurisdizione sul caso all'Italia; ed in tal modo, riconoscere le regole del diritto internazionale. Massimiliano Latorre e Salvatore Girone tra poche ore torneranno in Italia. Saranno ore lunghissime; le più lunghe di tutti questi dieci mesi. Il governo, tutto il governo - prosegue il ministro della Difesa - si è battuto per questo risultato. E c'è riuscito».

I marò.
«Grande contentezza». È stata questa la prima reazione di Massimiliano e Salvatore, che aspettavano con ansia nel loro albergo a Kochi la decisione dell'Alta corte.

I familiari. «Lui finalmente a casa, non ci posso credere». Franca Latorre è entusiasta dopo aver saputo che il fratello Massimiliano tornerà a Taranto per le feste di Natale assieme al collega barese Salvatore Girone. In casa di Franca Latorre il telefono non smette un attimo di squillare perchè parenti e amici chiamano in continuazione per sapere quando Massimiliano tornerà nella sua città. La signora Franca ha dato la notizia tanto attesa alla mamma ottantenne. «Ho già pensato al menù di Natale - racconta sorridendo - cucinerò a Massimiliano orecchiette con le rape e baccalà fritto. Lui potrà chiedere qualsiasi cosa, avrà solo l'imbarazzo della scelta e sarà un piacere accontentarlo».

Massimiliano potrà ora riabbracciare anche i figli (di 12, 10 e 2 anni e mezzo), perchè - spiega Franca - finora ha potuto vedere solo la figlia diciottenne. «Mentre parlavo con mia madre - sottolinea - è successa una cosa magica: ho sentito la voce di Massimiliano che mi diceva al telefono "Torno a casa a Natale"».

Due responsabili di associazioni di pescatori del Kerala indiano non hanno esitato a criticare la decisione dell'Alta Corte di Kochi, definendola «un imbroglio» ed «una vergogna per l'India».

Giovedì 20 Dicembre 2012, 09:33 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
0
QUICKMAP