Isis, raid Usa in Libia contro mente delle stragi in Tunisia: 42 morti

Un raid americano in Libia ha preso di mira Noureddine Chouchane la presunta mente delle stragi dello scorso anno in Tunisia, al museo Bardo e sulla spiaggia di Sousse. Centrato un campo di addestramento dell'Isis a Sabratha, nell'ovest del Paese. Il bilancio è di «42 jihadisti uccisi». Lo scrive il New York Times citando una fonte occidentale. Ancora incerta la sorte di Chouchane.

Secondo la fonte citata dal Nyt, il tunisino Chouchane è considerato uno dei più influenti responsabili dell'Isis, ed è stato collegato alla strage del Bardo di marzo 2015, in cui morirono 24 persone tra le quali 4 italiani, e quella sulla spiaggia di Sousse, a giugno, che fece 38 vittime. Jamal Naji Zubia, responsabile per i media stranieri di Tripoli, ha precisato che il raid americano ha centrato una casa colonica a diversi chilometri da Sabratha. I jihadisti uccisi nel raid sono soprattutto di nazionalità tunisina.
Venerdì 19 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 21-02-2016 11:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2016-02-19 16:52:50
Speriamo che sia così, tutti questi raid mi convincono poco.
2016-02-19 17:31:17
Niente da eccepire! Ma questi europei della legalitĂ  cosa aspettano per agire? il timbro dell'ONU? il benestare del governo libico fantasma?
2016-02-19 18:06:15
Ma cbe bravi gli USA! Loro bombardano e uccidono sempre solo terroristi mentre i russi uccidono sempre innocenti civili.
2016-02-19 19:54:13
Ben fatto
2016-02-20 09:55:47
perché questi raid si fanno sempre dopo le stragi e non mai prima?
7
QUICKMAP