Ghana, alberi si abbattono su una scolaresca che nuota in un fiume: venti morti, 11 feriti

di Federica Macagnone
Doveva essere una domenica di festa e di divertimento in una delle aree più suggestive del Ghana. La gita di un gruppo di liceali alle cascate di Kintampo, nella regione di Brong-Ahafo, si è invece trasformata in un'immensa tragedia: venti di loro sono rimasti uccisi, mentre altri dieci, più un dirigente scolastico, sono stati ricoverati in ospedale. 
 

I ragazzi, nonostante le cattive condizioni meteorologiche, nel pomeriggio avevano deciso di fare un bagno nelle acque del fiume vicino alle cascate, sottovalutando evidentemente i rischi. All'improvviso, infatti, sono stati sorpresi da una tempesta che ha provocato il crollo di diversi alberi, alcuni dei quali si sono abbattuti su di loro mentre nuotavano. Bisognerà stabilire, ora, se si sia trattato di un evento che non poteva assolutamente essere previsto oppure se la decisione di immergersi sia stata un'imprudenza che gli accompagnatori dei giovani avrebbero dovuto evitare. Di sicuro c'è solo che l'impatto è stato così devastante che 18 studenti sono morti sul colpo e altri due sono deceduti in ospedale, mentre altri 10, insieme a un docente che li accompagnava, hanno dovuto farsi medicare in ospedale per le ferite riportate.

«Estendiamo le nostre condoglianze alle famiglie delle vittime e preghiamo per i feriti» si legge in un comunicato del ministro del Turismo, Catherine Abelema Afeku. Ora, però, dopo il momento del dolore dovrà scattare quello dell'accertamento di eventuali responsabilità.
Luned├Č 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 12:08

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 34
QUICKMAP