seguici su Facebook Twitter Google+ RSS
Sabato 19 Aprile - agg.14:23
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

«Frattini alla Nato»,
la mossa di palazzo Chigi

Franco Frattini

ROMA - Dopo Mario Draghi un altro italiano potrebbe occupare una poltrona di peso nello scacchiere internazionale. Mario Monti mercoledì a Bruxelles ha ufficializzato, attraverso l’ambasciatore Riccardo Sessa, la candidatura di Franco Frattini a segretario generale della Nato. L’ex ministro degli Esteri potrebbe succedere al danese Anders Fogh Rasmussen nel 2014. «Frattini è un candidato forte, ha molte probabilità di ottenere il prestigioso incarico», dicono a palazzo Chigi.

Monti, prima di procedere al passo ufficiale in occasione della riunione del Consiglio permanente dell’Alleanza atlantica, ha sondato Giorgio Napolitano. E, a colpi di telefonate, ha ottenuto il via libera di Silvio Berlusconi, Pier Luigi Bersani e Pier Ferdinando Casini, i leader della sua maggioranza.

Fonti diplomatiche italiane a Roma e a Bruxelles danno come «probabile» la nomina di Frattini. «Perché l’Italia non ha un segretario generale della Nato dal 1971», quando in quell’incarico sedeva Manlio Brosio. E perché «il curriculum di Frattini è di tutto rispetto». L’esponente del Pdl è stato per due volte ministro degli Esteri, prima ancora ha svolto il compito di Commissario europeo per la giustizia e la sicurezza e di vicepresidente della Commissione di Bruxelles. In più Frattini ha presieduto il delicato Comitato per la sicurezza interna (Copaco).

La strada che dovrebbe portare l’ex ministro alla guida della Nato non è però breve. Mercoledì a Bruxelles il Consiglio Nato era chiamato a discutere della proroga chiesta da Rasmussen. L’attuale segretario generale dell’Alleanza atlantica scade nel luglio del 2013, ma visti gli impegni militari della Nato in Afghanistan e in altre aree di crisi, Rasmussen ha chiesto di restare al suo posto per «alcuni mesi, meglio un anno». Tutti i rappresentanti permanenti, compreso l’ambasciatore Sessa, hanno dato l’assenso di massima alla proroga. E in questa occasione il rappresentante italiano, su incarico di Monti, ha ufficializzato la candidatura di Frattini.

Le reazioni degli ambasciatori degli altri Paesi, a quanto trapela dalla sede dell’Alleanza atlantica, sarebbero state favorevoli. Tanto più che Monti aveva provveduto a sondare preventivamente le cancellerie europee, a cominciare da Angela Merkel.
A questo punto, secondo la strategia dei nostri diplomatici, quando alla prossima riunione del board della Nato verrà concessa ufficialmente la proroga a Rasmussen, l’Italia punterà a strappare un accordo politico che faccia di Frattini il «successore certo» del segretario generale uscente. Roma è convinta di poter godere anche della benevolenza di Rasmussen: nel 2009 Berlusconi durante una cerimonia in pompa magna della Nato a Strasburgo (presente Obama) telefonò, facendo attendere una spazientita Merkel, al premier turco Tayyp Erdogan per convincerlo a sostenere l’ex premier danese. E ci riuscì.

Sabato 15 Settembre 2012 - 11:35
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
EDIZIONI LOCALI
Lavorava in Germania Dopo 42 anni «Ecco la pensione»
CHIETI - Lavora per pochi mesi alla Siemens di Monaco e, 42 anni dopo, gli...
GUARDA TUTTE LE NEWS DELL' ABRUZZO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Prende guardia giurata in ostaggio per rapinare cassa continua, ucciso da un carabiniere a Circonvallazione Aurelia

Tragico tentativo di rapina stamattina alle 7.30, in via Circonvallazione Aurelia 21, a Roma,

Napolitano, ipotesi di addio anticipato: dimissioni entro fine anno

E' un bilancio in agrodolce, in cui pesano fattori contrastanti, quello che traccia Giorgio Napolitano...

Fisco, giù l'Irap e stretta sulle rendite finanziarie

Alleggerimento dell'Irap, pur se in misura parziale per quest'anno e piena (dieci per cento) dal...

Bonus Irpef da 80 euro, rinvio per gli incapienti e le partite Iva

Alla fine l'operazione "80 euro" è tornata alla sua fisionomia originale, quella che...

Uomini ossessionati dalle dimensioni del pene: Milano "capitale" degli interventi

Milano è diventata la capitale della penoplastica. Una media di 20-30 interventi al mese e un record...

CASA
Pensioni nel 2014, cresce l'età delle donne
Si allontana il congedo. Nel 2017 pareggio anagrafico tra i due sessi
Case sfitte, quando e perché si paga l'Irpef
La tassa è dovuta per alloggi vuoti nella città di residenza
Guida alla Tasi, prima rata a giugno
Presto le aliquote decise dai Comuni. Il saldo entro il 16 dicembre
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2012 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009