Germania, donna delle pulizie scambia un'opera d'arte per spazzatura e la getta nell'immondizia

di Federica Macagnone
Quando la donna delle pulizie è entrata nella chiesa evangelica Philippuskirche di Mannheim, in Germania, avrà probabilmente borbottato e imprecato tra sé e sé: tutto si aspettava, tranne che trovare tutti quei brandelli di coperte isotermiche dorate sparsi qua e là sul pavimento. Un lavoro in più nella routine quotidiana che non l'ha resa felice. «Tanto ci sono io che pulisco» avrà pensato imprecando. La prima cosa che ha fatto, quindi, è stata raccogliere quei fogli dorati, accartocciarli e gettarli nel cassonetto della spazzatura. 

Peccato che quei brandelli non fossero dei rifiuti, ma un'opera dell'artista contemporanea Romana Menze-Kuhn che, messa in mostra appena 15 giorni prima, con quelle coperte isotermiche usate in occasione dei naufragi, simboleggiava l'epopea dei migranti, la fuga di migliaia di persone dalla miseria e dalle violenze. I resti della composizione sono stati trovati proprio dall'autrice, che si è subito resa conto dell'impossibilità di recuperare la creazione. «Per me è stato uno choc totale - ha detto - Non riuscivo a credere che potesse accadere una cosa simile. Sono molto arrabbiata, è stata una mancanza assoluta di rispetto». 

Sbollita l'arrabbiatura, però, Menze-Kuhn ha optato per una reazione più signorile e positiva: visto che non si poteva recuperare la forma originaria, ha realizzato una nuova versione dell'opera con soluzioni originali e inserendo anche il cassonetto tra i fogli termici. Un arricchimento che non ci sarebbe stato senza l'intervento della signora delle pulizie alla quale, forse, ora andrebbe addirittura rivolto un "grazie" per il suo "aiuto" involontario.
L’installazione resterà in mostra almeno fino al 14 febbraio, salvo eventuali proroghe dovute alla pubblicità scaturita da questo episodio. 
Gioved├Č 4 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 05-02-2016 09:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2016-02-04 16:04:25
Certi pseudo artisti sono proprio dei def... la opera ha trovato ilposto a lei dovuto
2016-02-04 16:20:20
Metto in vendita la mia opera prima, il torsolo della mela, che ho mangiato a pranzo, mi sento tanto artistica.
2016-02-04 16:50:49
Era spazzatura, era spazzatura...
2016-02-04 17:10:56
Finalmente una notizia che mi fa sorridere! Era già successo qualcosa di analogo ma spero capiti ancora più spesso!
2016-02-04 18:59:40
Strano. Un'opera di Michelangelo non avrebbe mai sub├Čto queste "attenzioni".
QUICKMAP