Usa, la California brucia, paura anche a Los Angeles: un morto e oltre 150mila evacuati

Il sud della California brucia. Lo scenario è apocalittico e cinque focolai stanno mettendo in ginocchio in particolar modo Los Angeles e la Contea di Ventura ad un centinaio di km più a nord. Brucia il quartiere ricco di Bel Air con le lussuose ville delle celebrità le fiamme minacciano il centro Getty, dove si trova uno dei due musei Getty della città, e attualmente chiuso per evitare che il fumo arrivi a danneggiare le opere d'arte, bruciano le colline intorno all'interstate 405, una delle principali arterie di Los Angeles, anch'essa chiusa per facilitare il lavoro dei vigili del fuoco. Chiuse anche decine di istituti scolastici e un ordine di evacuazione è scattato per circa 200mila residenti. 
 
 

Lo stesso presidente Donald Trump su Twitter ha invitato la popolazione a seguire i consigli delle autorità locali. Ha poi lodato il lavoro dei soccorritori. Fema, l'equivalente americano della Protezione Civile, invece annunciato che il governo ha stanziato fondi speciali per aiutare la California a fronteggiare l'emergenza. Drammatica anche la situazione nella contea di Ventura, dove si è sviluppato il primo rogo e dove le fiamme hanno raggiunto l'oceano. I cinque focolai sono alimentati sia dal terreno arido sia dai venti forti. I vigili del fuoco hanno detto che non riescono a contenere alcuni dei roghi. «Le prospettive per un contenimento non sono buone - ha sottolineato Mark Lorenzen - madre natura deciderà quando potremo».

L'incendio a Ventura ha sviluppato una colonna di fumo tale da essere stata ripresa da un satellite della Nasa nello spazio. Difficile anche l'impiego di mezzi aerei a causa delle condizioni climatiche. Una tempesta perfetta, quindi, che sta provocando un inferno in uno stato che ancora si lecca le ferite per gli incendi scoppiati solo qualche settimana fa più a nord, nella Napa Valley, la zona del vino. In quel caso persero la vita oltre 40 persone. Al momento miracolosamente non ci sono state vittime ma quasi 35mila ettari di terreno sono completamente andati in fumo e distrutto oltre 150 strutture. Secondo le autorità la stima è per difetto perchè al momento è impossibile una valutazione dei danni. 
Mercoledì 6 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2017 09:46

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-12-07 15:48:30
Ho letto con attenzione il post di GIAPAX (12:48) e sinceramente non ne ho capito il senso. Boh: cosa c'entri il comunismo con gli incendi in California e' un mistero glorioso da aggiungere a quelli del santo rosario.
2017-12-07 11:30:42
Possiamo scherzarci su quanto vogliamo.... ma ho dato un'occhiata a un filmato NASA degli incendi di qualche settimana fa e vi assicuro che si tratta di una catastrofe che non si può considerare ristretta alla sola California o ai soli USA. Migliaia di ettari di verde in fumo con la conseguente anidride carbonica immessa nell'atmosfera non riescono a farmi pensare ad altri aspetti. Questi poi sono quasi sicuramente eventi dolosi (5 focolai...) e la cosa mi rattrista ancor i più
2017-12-07 00:05:25
Il problema non è il fuoco, ma la Botteri...e chi la vuole sentire stasera.
2017-12-06 20:49:42
Belli capelli sicuramente non subirà danni, mi dispiace molto.
2017-12-06 20:21:12
Andranno in fumo un po' di lussuose dimore. Non vedo il problema. I proprietari, tutti molto ben forniti di dollari, ne acquisteranno altre e potrebbe esserci anche un aumento del' occupazione. Quindi, va bene così.
8
  • 423
QUICKMAP