Australia, deputato chiede al compagno di sposarlo in aula: commozione in Parlamento

di Federica Macagnone
Con sobrietà, eleganza, il groppo in gola e le lacrime trattenute a stento davanti a tutto il Parlamento. Così il deputato australiano Tim Wilson ha fatto la sua proposta di matrimonio a Ryan Bolger, da lungo tempo suo fidanzato, proprio nel bel mezzo del discorso che stava tenendo in aula a Canberra durante il dibattito sul disegno di legge che renderà legale le nozze tra gay e che dovrebbe essere approvata in settimana. Il tutto dopo la schiacciante vittoria del "sì" al referendum sul tema che si è tenuto a metà novembre e al quale ha partecipato l'80% dell'elettorato.
 
 

Nel suo intervento, Wilson ha raccontato come il matrimonio tra persone dello stesso sesso sia stato la "colonna sonora" del suo rapporto con Ryan Bolger. «Il nostro rapporto - ha detto - è rappresentato dagli anelli che portiamo entrambi alla mano sinistra e che sono la risposta alla domanda che finora non avevamo potuto fare. Quindi adesso non resta che una sola cosa da fare. Ryan Patrick Bolger: vuoi sposarmi?». Ryan, che assisteva alla seduta dai banchi riservati al pubblico, ha annuito sorridendo mentre i parlamentari applaudivano in un'atmosfera piena di sorpresa. Un momento emozionante per tutti che sta facendo il giro del mondo grazie al video postato sui social. 
 

Il governo di coalizione liberal-nazionale del primo ministro Malcolm Turnbull e il principale partito laburista dell'opposizione hanno dichiarato che mirano a far passare la legge entro il 7 dicembre, anche se eventuali emendamenti potrebbero allungare i tempi. Il passaggio della legge renderà l'Australia la 26ª nazione a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso, uno spartiacque per un Paese in cui alcuni Stati, fino al 1997, consideravano illegale l'omosessualità. 

«Questa è una fondamentale questione di equità - ha detto oggi Turnbull al Parlamento - Una società che promuove la libertà e l'uguaglianza, secondo la legge dovrebbe riconoscere agli omosessuali il diritto al matrimonio. Il messaggio di oggi, per ogni gay di questa nazione, è chiaro: "Noi amiamo, ti rispettiamo e la tua relazione con il tuo partner è riconosciuta dal Commonwealth come legittima e onorevole alla pari di quella di chiunque altro"».
Luned├Č 4 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-12-05 13:15:26
fanno pena!
2017-12-05 06:26:10
be' che dire? Auguri e figli ovviamente maschi!
2017-12-05 01:10:42
Siamo tutti commossi... Squallido esibizionismo sempre pi├╣ sfrontato e futile.
2017-12-04 21:49:13
Che teneri!
2017-12-04 20:21:07
provo tanta compassione
5
  • 1 mila
QUICKMAP