Urbino, suicida il figlio dello stilista Piero Guidi: si è sparato un colpo in testa mentre era in casa

Un colpo di pistola alla tempia destra. Senza apparente motivo. È morto così Giacomo Guidi, 47 anni, sposato, urbinate, figlio del fondatore del marchio di pelletteria Piero Guidi, creatore delle borse con il simbolo degli angeli abbracciati. Proprio ieri era uscita la notizia della richiesta dell'azienda di concordato in continuità per un bilancio che si era ridotto in un anno di un terzo per la crisi, per i falsi e le contraffazioni dei prodotti.

Ma Giacomo non sembrava preoccupato più del dovuto. Aveva una fitta agenda di incontri in tutto il mondo. Invece improvvisamente ieri sera ha preso la pistola di famiglia e si è sparato. In casa non c'era nessuno. Inutili i soccorsi del 118. Sul posto i carabinieri di Urbino.
Venerdì 16 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 17-06-2017 15:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-06-17 01:34:14
Pasquale 1058. Approvo in pieno il suo commento ma nei paesi capitalisti lo stato non spreme il cittadino. Questo glielo dico per esperienza. Gli stati che spremono i cittadini sono quelli dove al comando c'e' la sinistra!!! Ossequi.
2017-06-16 18:20:14
era stanco di vivere succede
2017-06-16 14:07:52
La depressione, il male del secolo...
2017-06-16 17:18:43
Da sempre è così. Un tempo veniva chiamata 'il mal dell'anima'. Generalmente le persone intelligenti sono le più colpite.
2017-06-16 13:44:08
È vero che il fenomeno dei fake va fermato ma non condivido che sia la causa del crollo dei fatturati, LV è il marchio più copiato al mondo e moltiplica di anno in anno i suoi conti. Il mercato dei falsi penalizza i produttori medi che vendono a prezzi più contenuti e si vedono come concorrenti proprio marchi famosi riprodotti.
6
  • 1,3 mila
QUICKMAP