Decreto unioni civili, sindaci
obbligati a celebrare le "nozze"

di Antonio Calitri
ROMA Il decreto ponte per celebrare le unioni civili e dare attuazione della legge Cirinnà venerdì scorso è stato trasmesso al Consiglio di Stato. E se non ci saranno altri intoppi, da metà agosto diventerà operativo e permetterà le prime trascrizioni delle unioni civili, specificando anche che non è ammessa - da parte dei sindaci critici sul provvedimento - l'eventuale obiezione di coscienza. I sindaci leghisti sono già sul piede di guerra, ma la legge parla chiaro: non solo...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 11 Luglio 2016 - Ultimo aggiornamento: 13-07-2016 17:47
QUICKMAP