Trentino, un orso lo aggredisce vicino al lago: trasportato in ospedale in elicottero

(Foto Ansa)
Un uomo è rimasto ferito per un attacco di un orso nella serata di ieri in Trentino, nella zona dei laghi di Lamar. Lo riferisce l'amministrazione provinciale che spiega che l'episodio è accaduto intorno alle 19 e che i vigili del fuoco hanno soccorso l'uomo, un trentino di Cadine, che è stato trasportato con un elicottero al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara di Trento e medicato. Le sue condizioni non risultano gravi. L'unità cinofila dei Forestali si è recata immediatamente sul luogo dell'aggressione per i primi accertamenti.

«Seguiamo con grande rammarico e preoccupazione per la salute della persona coinvolta gli esiti, per fortuna non gravi, di questo nuovo attacco a un uomo da parte di un orso. È urgente che il Governo si faccia carico dell'approvazione della norma di attuazione da noi depositata da più di un anno, unica strada che può consentirci di rimuovere gli esemplari pericolosi». Così l'assessore provinciale trentino all'Ambiente, Michele Dallapiccola, che ha fatto visita ieri sera all'uomo ferito. «Le nostre squadre forestali - ha spiegato - stanno intensificando il monitoraggio della zona teatro dell'incidente. Lo scopo immediato è mettere in sicurezza tutta l'area e raccogliere campioni biologici che ci permettano di identificare il soggetto al fine di decidere sui provvedimenti da adottare».

L'assessore ha convocato intanto stamattina un vertice in Provincia con il Servizio foreste e fauna per concordare i passi successivi. Nel frattempo il presidente Rossi ha immediatamente informato il ministro all'ambiente, Gian Luca Galletti, dell'accaduto, «anche se la Provincia ha le idee chiare sul da farsi: l'approvazione della norma di attuazione - ha ribadito l'assessore - con la possibilità di rimuovere i soggetti pericolosi dal nostro territorio».
Domenica 23 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 24-07-2017 13:20

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2017-07-24 18:44:32
Pare che si tratti di una femmina, probabilmente l'orsa era con i suoi cuccioli. E' in quel momento che diventa pericolsa e può attaccare l'uomo, altrimenti scappa appena lo sente avvicinarsi.
2017-07-24 11:55:59
@scioccolade: Non √® stato fatto alcun inserimento di orsi in trentino. Ci sono sempre stati tanto che a Cavedago si possono vedere, se si ha fortuna, vivere tranquilli in una vasta zona a loro riservata. Gli idioti sono quelli che vanno in giro nelle zone dove si sa che vivono gli orsi che, proprio per via del loro nome, non sono molto socievoli (sempre pi√Ļ per√≤ di certi esseri umani). Se si v√† per boschi √® una cosa, con tutti i rischi del caso (anche i calabroni sono mortali) altrimenti si v√† al parco giochi nei giardinetti (che pure l√¨ qualche rischio si corre). Lo dico da appassionato di montagna e natura. I sentieri trekking del trentino li ho fatti fino in vetta alle montagne senza problemi!
2017-07-24 13:46:17
mah! Io sapevo, o credevo di sapere, che gli orsi erano stati reimmessi provenienti dalla Slovenia un decennio o piu' fa. Non cambia comunque la mia idea. Gli ambienti selvaggi sono ormai talmente contaminati da quelli umani che occorre abituarsi (noi e gli animali) a una strana coabitazione, dove loro perdono molte delle loro caratteristiche in quanto animali selvatici. Se qualcosa si puo' fare, a mio avviso, e' di vietare (ma gia' dovrebbe farlo il buon senso individuale) le escursioni in certe aree piu' idonee a questi splendidi animali. Non si puo' fare molto invece quando sono loro che vengono a "trovarci" nei nostri luoghi, come capita sempre piu' spesso
2017-07-24 08:35:47
Questo Michele Dallapiccola (riferito alla capacità di giudizio??) ha perso una buona occasione per tacere. Per un singolo episodio, tanto raro quanto - soprattutto - non molto chiaro, vorrebbe "rimuovere" (termine ipocrita utilizzato al posto di "eliminare") gli orsi "pericolosi"? E secondo il suo illuminante giudizio, quali sarebbero gli esemplari pericolosi? Quelli che, legittimamente o anche solo per natura, attaccano quando si sentono in pericolo o minacciati? Siamo tutti d'accordo per la rimozione...però di coloro che ricoprono ruoli e cariche senza averne capacità né meriti.
2017-07-23 23:08:55
Scommetto che i due pollici versi appartengono uno al padrone del rottwailer e uno al padrone del pittbull. Aspetto quello del padrone del molossoide.
14
  • 371
QUICKMAP