Vaccini, bimba di due mesi muore nel sonno a Torino dopo esavalente

Una bimba di due mesi, figlia di una coppia di rifugiati di origine nigeriana ospite di una comunità a Lemie, nel Torinese, stamattina è stata trovata morta nella sua culla. I carabinieri, intervenuti sul posto, hanno rilevato che il decesso è avvenuto per cause apparentemente naturali. Potrebbe dunque trattarsi di Sids, la sindrome di morte improvvisa del lattante che in Italia uccide circa 300 neonati l'anno. La piccola ieri era stata sottoposta a vaccinazione esavalente e non sembrava aver accusato alcun malessere. Per dare una spiegazione si attende l'esito dell'autopsia disposta dalla procura di Ivrea. Il fascicolo è stato affidato al pm Giuseppe Drammis. 

L'Asl To4 ha sostituito, in via precauzionale, tutti i lotti del vaccino esavalente del tipo a cui era stata sottoposta la bimba. «Le vaccinazioni - ha dichiarato il direttore sanitario Giovanni Lavalle - non subiscono alcuna sospensione e sono effettuate secondo i calendari programmati». La bambina - fa sapere l'Asl - era nata pretermine. «Siamo particolarmente colpiti dal dramma che ha interessato la famiglia della piccola - ha dichiarato il direttore generale dell'ASL TO4, dottor Lorenzo Ardissone - anche perchè di fronte alla morte improvvisa di un bimbo non si può che rimanere attoniti e profondamente addolorati. Siamo comunque in collegamento diretto con la Procura della Repubblica e stiamo predisponendo la documentazione clinica utile a chiarire quanto accaduto». Nella giornata di ieri - spiega l'Asl - la piccola era stata vaccinata con l'esavalente (vaccino contro difterite, epatite B, infezioni da Haemophilus Influenzae tipo B, pertosse, poliomielite e tetano) più il vaccino anti-Rotavirus.


«Il fascicolo è di atti relativi al decesso in quanto al momento non è accertata alcuna responsabilità. Dopo l'autopsia si faranno le valutazioni del caso». Così il procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, in merito alla vicenda della bimba nigeriana di due mesi morta a Lemie. «Non ci sono sequestri di vaccino da parte della procura - precisa Ferrando - ma solo un ritiro a scopo cautelativo dei lotti di vaccino da parte dell'Asl To4».
Mercoledì 25 Maggio 2016 - Ultimo aggiornamento: 27-05-2016 08:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2016-05-25 20:20:19
io sono genitore di un bambino autistico , che dopo la vaccinazione e cambiato e si sono iniziati i sintomi . adesso che vogliamo il secondo figlio. non faremo le vaccinazioni fino hai 4 anni .
2016-05-25 19:50:28
Innanzitutto mi dispiace per questa creatura, ma quandi bambini al mondo vengono vaccinati ogni anno, ricordatevi anche di aspirina si può morire. In talia la copertura si sta abbassando molto forse troppo, comunque tutti quelli che oggi non fanno vaccinare i propri figli, loro stessi però sono vaccinati, tanti anche contro il vaiolo (io il cerchietto c'è l'ho) è mio figlio è vaccinato (anche per dare copertura a chi ha problemi di immunodeficienza) perchè rischiare che più si abbassa il livello e più si rischia che fra un po di anni, ritornano malattie infettive ormai nel 2016 debellate?
2016-05-25 18:14:06
Fanno una puntura e il bimbo muore .Questo e' omicidio.
2016-05-25 17:27:03
Sì, è necessario. Se si rischiasse solamente la vita di chi è il diretto interessato, sarei il primo favorevole a renderli facoltativi, e viva Darwin. Ma ne va della vita di altri bambini. Se mai gliene importi qualcosa.
2016-05-25 16:21:32
Riposa in Pace Angioletto. Questo brutto brutto mondo non ti ha voluta.
6
  • 45,3 mila
QUICKMAP