Tiziana Cantone, la madre: ecco perché mia figlia s'è uccisa

di Marco Di Caterino
Sono ancora in una fase embrionale le indagini sul suicidio di Tiziana Cantone, la 31enne, protagonista di un video hot pubblicato senza il suo consenso su internet, che si è tolta la vita nella cantina di casa. 

Mentre la Procura di Napoli Nord ha aperto un fascicolo per induzione al suicidio, agli inquirenti la mamma di Tiziana ha raccontato che la figlia era particolarmente agitata da cinque giorni perché, pur avendo ottenuto dai giudici il diritto all'oblio, e quindi la cancellazione delle immagini dal web, era stata condannata al pagamento di ventimila euro di spese giudiziarie perché giudicata consenziente. Nella decisione sul provvedimento di urgenza chiesto dalla 31enne per la rimozione dai siti web dei video hard, infatti, il giudice aveva condannato Facebook e altri tre soggetti al pagamento di 320 euro ciascuno per esborsi e 3.645 euro per compensi professionali. Contestualmente la ricorrente era stata condannata al rimborso nei confronti di Citynews, Youtube, Yahoo, Google e Appideas di 3.645 euro, per ciascuno, per le spese legali oltre al rimborso delle spese generali nella misura del 15%. Sarebbe stato questo, secondo la madre, il motivo scatenante del suicidio della 31enne. 

Agli inquirenti, la donna ha raccontato anche che l'ex fidanzato aveva sostenuto Tiziana durante le delicate fasi del processo, durante il quale i sei suoi amici, destinatari del video, sono stati sentiti come persone informate sui fatti. 
 
Mercoledì 14 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 15-09-2016 08:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2017-03-06 21:16:39
Ringrazio l' autore dell' articolo perché è uno dei pochi che sulla vicenda sta lavorando seriamente analizzando i fatti e le dichiarazioni. Per completezza potete pubblicare la sentenza civile che è un atto pubblico . Grazie.
2016-09-14 22:51:24
il pagamento delle spese da parte di chi ha subito lo sconvolgimento della privacy, ma i suddetti circuiti webbiani: gug√≤l, ia√Ļu, i√Ļtiub, citinius ed eppidee davvero non hanno previsto che un video si arriva a pubblicare volente o nolente la vittima, inconsapevole a gestire tutta quanta la "pubblicit√†" indotta? e gli introiti di pubblicit√† che SICURAMENTE hanno raggranellato i soggetti webbiani ipocritamente non li dovevano rimborsare? oltre direi che: non hanno pensato i giudici che una persona distrutta dalla vergogna non pu√≤ farsi forza solo per la virt√Ļ dell'inopportuna insensibile sentenza da onorare dovendo pagare le spese? avete ridotto uno straccio una persona... uhhhhhhmmmmm coloro giudici vivono di legge astratta dalla sensibilit√†... uhhmmm
2016-09-14 19:08:42
Spero che questa vicenda faccia riflettere prondamente i giovani su cosa significhi pubblicare informazioni sulla rete e peggio ancora farsi riprendere in atteggiamenti intimi. Quello che viene pubblicato rimane PER SEMPRE pubblico e potrà essere utilizzato da chiunque, anche dopo molti anni e per qualsiasi scopo. Ed in barba alle sentenze, tanto è vero che il filmato in questione è visibile su diversi siti, anche esteri. Se lo avete visto (e sentito sopratutto) vi sarete resi conto che non si tratta di un video rubato, tutt'altro. Di fronte ad una morte i commenti sulla persona sono da evitare. Resta lo sconcerto per la mancanza assoluta di rispetto per se stessi e la evidente volontà di autodistruzione. Siamo molto, ma molto oltre qualsiasi idea di moralità o di comune senso del pudore.
2016-09-14 18:22:17
il video era abbastanza un fake, magari voleva entrare velocemente nel mondo del porno e poi non ne ha retto il peso
2016-09-14 18:11:32
ma quale mancanza di moralit√† etc etc, questa poverina non ha fatto nulla di male (tranne il gesto finale), siamo nel 21¬į secolo mica nel medioevo. Piuttosto io al posto suo sarei diventata una star televisiva e con le comparsate avrei risarcito quello che una giustizia ottusa aveva disposto. Ecco, se colpa c'√® io la darei ai giudici che hanno mostrato la loro " sensibilit√† " e come ha detto un altro utente : chi sarebbero gli induttori?
14
  • 2,3 mila
QUICKMAP