La strategia del teatrino per eliminare gli avversari

di Carlo Nordio
Due cose hanno in comune la corruzione e le molestie sessuali. La prima, che questi fatti avvengono generalmente senza testimoni e senza tracce, e quindi il sospettato nega sempre, come si dice, l’addebito. La seconda è che, quando queste tracce esistono, e l’autore è inchiodato dalla loro evidenza, allora cambia difesa. La tangente c’è stata, ma non l’ho chiesta, mi è stata offerta. Ovvero: l’approccio fisico c’è stato, ma era tra consenzienti. Non ci vuol molto a capire...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 14 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 07:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 1
QUICKMAP