Rigopiano, Vincenzo, Giorgia, Stefano e gli altri: ecco chi sono i superstiti della tragedia

Nove storie di speranza. Nove volti di chi ce l'ha fatta a sopravvivere alla tragedia dell'hotel Rigopiano. Si chiamano Gianfilippo, Ludovica, la loro mamma Adriana. E poi ancora i piccoli Edoardo e Samuel. Giampaolo e i fidanzati Vincenzo e Giorgia, Stefano e Francesca: sono loro, al momento, i protagonisti di questo miracolo avvenuto sotto metri di neve.

LA FAMIGLIA PARETE
La famiglia Parete era salita al Rigopiano per festeggiare la piccola Ludovica, 6 anni. Il papà Giampiero era uscito dall'hotel per cercare una medicina in macchina e ha visto l'hotel devastato dalla valanga. E' stato lui il primo a lanciare l'allarme. Ieri sua moglie Adriana e i suoi bimbi, Gianfilippo, 9 anni e Ludovica sono stati estratti vivi. E la famiglia si è potuta riabbracciare.
 

IL PICCOLO EDOARDO
«Mi chiamo Edoardo» ha detto quando ancora era in barella, fornendo indicazioni utili sulla situazione sotto le macerie: «Ero in una stanza con gli altri tre bambini e con noi c'era pure una mamma, gli adulti erano invece da un'altra parte». Erano tutti nella hall, dove hanno pure acceso un fuoco che nella notte li ha riscaldati e che al mattino seguente, ieri, ha segnalato con il fumo la presenza di persone ancora vive sotto le macerie. «Si è salvato grazie all'abbigliamento pesante, adatto per resistere sulla neve» ha detto ancora la zia Simona, nel frattempo raggiunta dalla sorella Laila, dal cognato Riccardo e da altri parenti, tutti in angoscia per i genitori di Edoardo, Nadia e Sebastiano Di Carlo che ancora risultano dispersi.

LA FAVOLA DI SAMUEL
Una favola lieta anche quella del piccolo Samuel, 8 anni, figlio di Domenico Di Michelangelo, poliziotto al commissariato di Osimo, e di mamma Marina Serraiocco, di Chieti. Loro sono ancora ufficialmente nella lista dei dispersi ma Samuel ce l'ha fatta, è stato estratto sano e salvo facendo tirare almeno un sospiro di sollievo allo zio Alessandro, anche lui in polizia, che per tuta la giornata ha seguito le operazioni di soccorso dall'ospedale di Pescara ed è stato aggiornato minuto dopo minuto dai colleghi.

IL PASTICCERE ROMANO
Tra i sopravvissuti c'è Giampaolo Matrone, 34 anni, proprietario della pasticceria La Deliziosa di Monterotondo, alle porte di Roma. Nulla si sa della compagna Valentina Cicioni, infermiera al policlinico Gemelli. La coppia aveva lasciato la figlia di cinque anni ai nonni per trascorrere qualche giorno di relax nella struttura. Quello di Giampaolo è stato il primo nome pronunciato nella grande sala conferenze dell'ospedale: incontenibile la gioia dei parenti, che si sono precipitati in Abruzzo una volta appresa la notizia della slavina. Matrone è stato sottoposto a un intervento di circa un'ora: le sue condizioni, come hanno riferito i medici, sono discrete.

I FIDANZATI VINCENZO E GIORGIA
Sono vivi i fidanzati Vincenzo Forti e Giorgia Galassi, 25 e 22 anni, originari di Giulianova. Lui proprietario della pizzeria Peter Pan, noto locale del Teramano, lei studentessa di Scienze delle comunicazioni, si erano presi qualche giorno di riposo da godere nel resort da favola sotto il Gran Sasso.

FRANCESCA
Ce l'ha fatta pure Francesca Bronzi, 25 anni. Ancora disperso invece il suo fidanzato, Stefano Feniello, 28. Avevano scelto il Rigopiano per trascorrere la prima vacanza insieme: non erano mai stati nel resort abruzzese, ma le immagini incantevoli della piscina e della beauty farm li avevano convinti a festeggiare in montagna il compleanno di Stefano, originario di Salerno ma residente a Silvi Marina, a Teramo, con la famiglia.
Sabato 21 Gennaio 2017 - Ultimo aggiornamento: 22-01-2017 15:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 1,8 mila
QUICKMAP