Napoli, quattordicenne accoltellato da un compagno di scuola: è grave

di Melina Chiapparino
È salvo per miracolo. Questione di centimetri: se i colpi di coltello fossero finiti due centimetri più in basso per un ragazzino all'uscita da scuola non ci sarebbe stato più niente da fare. Terrore all'esterno della media «Confalonieri», in via San Biagio dei Librai, nel cuore del centro storico di Napoli. Poco dopo le 14 di oggi un ragazzo di 15 anni che frequenta la terza media è stato gravemente ferito a coltellate da un altro studente, un 14enne che ora è ricercato dalla polizia. Al termine delle lezioni i due si sono ritrovati faccia a faccia all'esterno dei cancelli dell'istituto scolastico: per futili motivi sono venuti alle mani e poco dopo il 14enne ha estratto un coltello dalla tasca dei jeans colpendo il 15enne tre volte all'altezza dell'emitorace sinistro. I fendenti hanno perforato la cassa toracica, sfiorando l'epicardio. 

La vittima, soccorsa e trasportata al Loreto Mare, è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico, terminato alle 15.30. L'operazione è andata a buon fine e i medici lo hanno dichiarato fuori pericolo. Subito dopo il trasferimento d'urgenza all'ospedale Monaldi.

Sull'episodio indaga la Polizia di Stato. Testiomoni hanno collaborato con gli investigatori fornendo l'identikit dell'aggressore; un commerciante dei Decumani ha accompagnato la vittima all'ospedale.

Sulla drammatica vicenda è intervenuta la zia del ragazzo, M.E., sostenendo che con quel compagno di classe con c'erano dissapori da tempo. Secondo quanto riferito dai familiari, l'aggressore è conosciuto come un bullo ed aveva già minacciato in passato il 15enne e altri compagni di classe. Si tratta un adolescente residente nel Rione di Forcella, non lontano dalla scuola. E' stato identificato ma non ancora catturato. 

Un gruppetto di ragazzi della scuola media Confalonieri è andato in ospedale. Qualcuno a mezza voce parla di precedenti del feritore che sarebbe conosciuto come litigioso e rissoso. «È un bullo, fa questo da molto tempo» ha ripetuto la zia del 15enne. L'aggressore alle 16,30 è stato rintracciato e portato in Questura.


 
 
Giovedì 6 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 07-10-2016 14:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 63
QUICKMAP