Pizzaiolo napoletano uccide l'ex compagna e tenta il suicidio: è grave

Sono ancora gravi ma stazionarie le condizioni di salute di Luigi Sibilio, l'uomo di 35 anni di Santa Maria di Sala, che ieri ha tentato di togliersi la vita dopo aver ucciso a coltellate la donna con cui aveva una relazione, Natasha Bettiolo, 46enne di Massanzago. Piantonato in ospedale, è in stato di arresto con l'accusa di omicidio volontario. Ricoverato in rianimazione a Padova e sottoposto in serata ad un intervento chirurgico, per Sibilio la prognosi potrà essere sciolta solo dopo 48 ore.

L'uomo si è inferto una profonda ferita allo stomaco con lo stesso coltello con cui ha ucciso con quattro coltellate la donna. L'omicidio è avvenuto a Trebaseleghe all'interno di un'auto. Cuoca in un istituto scolastico, la donna è stata attesa da Sibilio, pizzaiolo di origini napoletane, proprio all'uscita dal lavoro. L'ipotesi è che volesse riallacciare il rapporto che la vittima, pare interrotto per decisione di lei. Oggi saranno sentiti i parenti e gli amici dei due per capire cosa possa aver scatenato la rabbia omicida dell'uomo.
Venerdì 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2017 14:34

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • 424
QUICKMAP