Ong, Sos Méditerranée firma il codice di condotta del Viminale

«Anche la Ong Sos Mediterranee ha sottoscritto il Codice di condotta per le operazioni di salvataggio dei migranti in mare. La firma è avvenuta questa mattina al Viminale». A riferirlo è una nota del ministero dell'Interno.

Sos Mediterranee è un'associazione umanitaria indipendente italo-franco-tedesca, opera con la nave Acquarius, guardapesca che può ospitare fino a 500 persone. È finanziata al 99% da donazioni private e Medici senza frontiere contribuisce al costo del noleggio della nave.

Sono dunque cinque, ad oggi, le organizzazione che hanno sottoscritto il codice voluto dal ministro Minniti: Save the Children, Moas, Sea Eye, Proactiva e Sos Mediterranee. Non hanno firmato Medici senza frontiere, Sea Watch e Jugend Rettet.

«Vogliamo mantenere aperto il dialogo e continuare a cooperare con il ministero dell'Interno italiano, ma firmare il codice così come è adesso non è di aiuto per nessuno». Così Sandra Hammamy, della Ong tedesca Sea-Watch, commenta la decisione di Sos Mediterranée, che questa mattina al Viminale ha sottoscritto il codice di condotta per le operazioni di salvataggio dei migranti in mare. Hammamy spiega all'AdnKronos: «Per noi ci sono dei punti non negoziabili nel codice, tra cui in particolare la possibilità che agenti della polizia giudiziari salgano a bordo armati. C'è bisogno di trovare un compromesso. Sos Mediterranée era contraria alla firma, non so cosa abbia determinato il cambio di idea».

Sea-watch si è rifiutata di firmare il codice assieme a Msf e Jugend Rettet, altra Ong tedesca la cui imbarcazione Iuventa è stata posta sotto sequestro dalla procura di Trapani nell'ambito di un'inchiesta per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, da cui sono emersi presunti contatti tra i volontari e i trafficanti di uomini in almeno tre episodi di salvataggio. La firma odierna di Sos Mediterranée si aggiunge invece a quella delle altre Ong che avevano già siglato il documento: Save the Children, Moas (Migrant offshore aid station), Proactiva open arms e Sea-eye.
Venerdì 11 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-08-2017 14:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2017-08-12 19:38:15
Quando tutte avranno firmato, tutto ricomincerà come prima con i migranti che continuano ad arrivare. Non credo che cambierà davvero qualcosa. Forse dovremo aspettare il prossimo governo.
2017-08-11 20:30:04
qualcuno li chiama richiedenti felicità (e chi non lo è? ma che razza di dialettica mendace è?) io li chiamo richiedenti santità, la nostra (e del tutto non richiesta).
2017-08-11 18:55:02
E continuo le mie vacanze a treviso, sono sempre più allucinato dalla quantità di immigrati africani che stanno a zonzo tutto il giorno senza lavorare, senza imparare l' italiano, senza imparare quello che si richiede a tutti gli italiani. stanno nei parchi a divertirsi, passano in bici e si salutano tra loro, formano crocchi in centro con le radioline e fanno caciara, sembrano dannatamente più a casa loro che gli italiani. Tutto a spese nostre, questo è quanto.
2017-08-11 19:17:24
Probabilmente si sentono turisti, fanno come facciamo noi quando andiamo a curiosare a casa loro. Andiamo a zonzo senza sapere la lingua, però a spese nostre, questo va detto.
2017-08-11 19:59:38
eh sì, va detto, e diciamolo! *** (; - BdV/Anchise
QUICKMAP