Napoli, agguato di camorra nella notte: il figlio del boss degli scissionisti ucciso con dieci colpi di pistola

La camorra torna a uccidere a Napoli. In un agguato nella notte è stato ucciso Nicola Notturno, 21 anni, ammazzato con numerosi colpi di pistola in via Ghisleri. Inutili i tentativi di salvarlo dei medici del 118: il giovane è deceduto durante il trasporto all'ospedale San Giovanni Bosco. 

Già noto alle forze dell'ordine, Nicola era il figlio di Raffaele Notturno, pluripregiudicato ed elemento di spicco degli scissionisti di Scampia. È stato ucciso con almeno dieci colpi di pistola: a terra, infatti, sono stati ritrovati dieci bossoli e un'ogiva. Le indagini sono state affidate alla Squadra mobile di Napoli e agli agenti del commissariato di polizia di Scampia. 
Lunedì 18 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 19-09-2017 09:08

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-09-18 16:45:43
queste notizie ormai non fanno neanche piu' notizia. Decenni, anzi un secolo e mezzo di retorica meridionalista, di politiche ispirate (apparentemente) all'idea del "riscatto" del Mezzogiorno, ma i cancri del meridione sono ancora tutti li' anzi sono peggiorati
2017-09-18 13:33:50
Purtroppo a Napoli la Camorra c'e' sempre stata ed e' un qualcosa che non fermerai mai. E quest' agguato ne e' l'ennesima dimostrazione. Adesso ci saranno le risposte da' parte avversa. Non oggi, non domani.... ma ci saranno.
2017-09-18 13:12:18
si uccidono fra di loro come nell'america degli anni 30 ma li leggi serie e draconiane non hanno debellato ma mitigato di molto le uccisioni della malavita.qui molte volte gli assassini sono minorenni altra ragione per abbassare a 15 anni la maggiore etĂ  per chi uccide,
2017-09-18 11:31:21
Si ricomincia, siamo un paese fuori controllo, tutti possono fare quello che vogliono.
4
  • 155
QUICKMAP