seguici su Google+ RSS
Mercoledì 23 Luglio - agg.21:57
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

Milano, sospesa la zona anti-smog
Il Consiglio di Stato boccia l'Area C

Accolta l'istanza di un garage privato. Pisapia: le nostre ragioni prevarranno. Legambiente: sconcertati

MILANO - Il Consiglio di Stato accoglie l'istanza di un'autorimessa e il Comune di Milano si vede costretto a sospendere da domani l'Area C, la zona del centro di Milano con ingresso a pagamento per le auto.

La Quinta Sezione del Consiglio di Stato - informa in una nota il Comune di Milano - ha pronunciato un'ordinanza, depositata oggi, relativa al ricorso proposto da Mediolanum Parking Srl per la riforma della decisione con cui il Tar Lombardia, il 6 giugno scorso, aveva rigettato l'istanza della stessa società per la sospensione della "congestion charge" introdotta dalla Giunta Pisapia. «Il Consiglio di Stato, ravvisando un pericolo per l'interesse economico di Mediolanum Parking, ha sospeso cautelativamente il provvedimento. Ora - spiega Palazzo Marino - toccherà al Tar della Lombardia fissare l'udienza di merito. Per effetto di questa decisione il Comune informa che a partire da domani il provvedimento Area C è sospeso».

Pisapia. «Prendiamo atto della decisione del Consiglio di Stato, peraltro del tutto provvisoria, ma sono convinto che le nostre ragioni prevarranno» commenta il sindaco Giuliano Pisapia su Facebook. «Abbiamo rispettato la volontà dei milanesi che con il referendum ci hanno indicato la via perché Milano sia sempre più vivibile - ha aggiunto Pisapia - e faremo di tutto per proseguire su questa strada». Soddisfatta invece l'opposizione. «La sospensione conferma i nostri dubbi sulla validità del provvedimento della Giunta Pisapia» afferma Riccardo De Corato del Pdl, vicepresidente del Consiglio comunale. «Sono stati lesi - ha aggiunto - i diritti legittimi dei milanesi a fronte di un provvedimento che non ha migliorato la qualità dell'aria».

L'assessore. «Rispettiamo l'ordinanza del Consiglio di Stato, che comunque contraddice numerose decisioni del Tar Lombardia», commenta l'assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran. Ma «siamo certi - aggiunge - che Area C sarà confermata dall'udienza di merito, che auspichiamo possa essere fissata dal Tar nel più breve tempo possibile». «In sei mesi - ricorda l'assessore - Area C ha ridotto il traffico del 34% nel centro città, il numero degli incidenti e ha consentito ai milanesi di respirare meno sostanze velenose».

Legambiente. «Siamo sconcertati dalla decisione del Consiglio di Stato» commenta Legambiente. «Ci pare paradossale e inaudito che con una sentenza venga fatto prevalere l'interesse di un singolo operatore su quello di un'intera città». «Si tratta certamente di una sentenza dalle conseguenze gravi sulla salute dei milanesi» è la dichiarazione di Milanosimuove, comitato promotore dei referendum per l'ambiente e la qualità della vita dei milanesi.

L'Area C, la congestion charge entrata in vigore il 16 gennaio scorso, fino ad oggi era valida dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30.

Mercoledì 25 Luglio 2012 - 22:28
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
EDIZIONI LOCALI
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

La moglie non vuole fare sesso, lui pubblica online tutte le scuse usate

C'è chi dice che il matrimonio sia la tomba dell'amore. Per qualcuno, sicuramente lo...

«Chiama il mio fidanzato», e Siri risponde: «Quale dei due?». L'iPhone inguaia la ragazza infedele

Siri è un noto software che grazie al riconoscimento vocale aiuta in molte situazioni, ma in una...

Papà trova babysitter che abusa del figlio Lo picchia a sangue, poi chiama la polizia

Lo ha picchiato così forte da farlo svenire. Poi ha chiamato la polizia: «Sono tornato a casa e...

Roma, incidente sul Gra nella notte: muore un uomo di 67 anni, tre feriti

Incidente mortale nella notte sul Grande raccordo Anulare a Roma. È caccia al conducente...

Addetti alle pulizie trovano un pupazzo "impiccato" in una casa e lo gettano nella discarica: ma era un cadavere

Non hanno avuto nemmeno un dubbio. I due addetti di una società di pulizie che si sono trovati davanti...

CASA
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
Agevolazioni fiscali per una casa più sicura
Sconto Irpef del 50% su porte blindate, grate e telecamere
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009