Milano, picchia la moglie perché cucina senza il suo permesso

Ha minacciato la moglie con un coltello, l'ha picchiata e l'ha ferita perché aveva iniziato a cucinare senza il suo permesso. Un cittadino del Bangladesh, di 44 anni, è stato arrestato dalla polizia per aver aggredito la moglie, una connazionale di 40 anni, nel loro appartamento in via Imbonati, a Milano. Nel corso del litigio, avvenuto di fronte alla figlia di 10 anni, la donna è rimasta ferita a una mano ed è stata ricoverata in codice verde all'ospedale Fatebenefratelli. Il marito è stato invece portato a San Vittore.
Sabato 15 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 16-04-2017 20:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-04-16 16:20:40
Figuriamoci che avrebbe fatto se la donna gli avesse risposto: d'ora in poi cucini tu.
2017-04-16 11:43:56
L'unica soluzione per noi, ma anche per loro, è che se non accettano le nostre regole devono andare fuori dalle balle. Non possiamo permettere che nel nostro paese ritornino culture e situazioni ormai estinte da decenni. La libertà di culto e le proprie tradizioni hanno un senso quando non si scontrano con le nostre leggi; altrimenti non devono essere consentita in un paese laico; anche se il nostro laico proprio non è!
2017-04-16 10:45:39
Bangladesh? sicuramente sono in piena guerra, ma con chi? Ormai asilo per tutti porte spalancate,
2017-04-15 20:33:02
Boni regà, tutto il mondo è paese....
2017-04-15 19:57:23
Ma quando mai potremo andare d'accordo con questa gente? MAI, appunto.
9
  • 381
QUICKMAP