Milano, baby gang aggredisce e picchia passeggero sul bus, lui reagisce e accoltella 17enne

Inizialmente sembrava si fosse solo difeso dopo essere stato aggredito a Milano su un autobus da un gruppo di adolescenti. In un secondo tempo, dopo che i carabinieri hanno preso visione del filmato girato dalle telecamere del bus, è stato possibile accertare che ha impugnato un coltellino e che, dopo essere sceso dal bus, ha colpito uno dei giovani che lo stavano insultando e colpendo. Per questo un autista dell'Atm in quel momento fuori servizio è stato denunciato per lesioni.
 


Raffaele A., 56 anni, dopo una battibecco avuto a bordo dell'autobus, prima di scendere dal mezzo ha aperto e impugnato il coltellino multiuso che aveva con sè. Inizialmente sembrava che il 56enne avesse sferrato la coltellata per difesa, in risposta all'aggressione del gruppo, ma la ricostruzione delle forze dell'ordine è stata modificata dalla visione del video registrato dalle telecamere installate sul bus della linea 80. Le immagini mostrano che all'altezza della fermata di via Capecelatro due ragazzi hanno ritardato di pochi secondi la partenza del bus per consentire l'arrivo di tre amici.

Salendo a bordo dalla porta anteriore hanno però strusciato contro l'uomo, che si trovava in piedi accanto al conducente e a un altro passeggero, col quale stava chiacchierando. L'ultimo della fila dei cinque ragazzi ha avuto con il 56enne un battibecco, degenerato rapidamente in insulti. È durato tutto pochi secondi. Tra i due c'è stato anche un tentativo di contatto, subito rientrato per l'intervento dei rispettivi amici. Sull'autobus è tornata la calma.

Ma alla fermata di Piazza De Angeli sono scesi tutti, sia i ragazzi che il 56enne. La telecamera sulla porta anteriore del bus rivela che il 56enne ha estratto il coltellino multiuso dalla tasca e ha aperto la lama (di 7 centimetri) prima di scendere dal mezzo, guardando all'esterno in direzione del gruppo. Una volta in strada la lite è riesplosa con insulti, spinte e calci da parte degli adolescenti. Non ci sono immagini precise di quel momento, la scena è stata filmata da una telecamera interna del bus che non copre tutta la visuale. Resta il fatto che l'autista ha riportato contusioni al volto che sarebbero conseguenza di colpi ricevuti, mentre uno dei ragazzi ha riportato una ferita da coltello ad un fianco.

Il minorenne si trova ora all'ospedale Fatebenefratelli, non è in pericolo. «Finalmente sta riposando un pò, lasciamolo tranquillo», ha detto il padre ai giornalisti che sono andati in ospedale. Il gruppo era formato da quattro 17enni e un 18enne, tutti studenti del quartiere San Siro, incensurati. Per ora - hanno riferito i carabinieri - nessuno è stato denunciato. Il 56enne deve invece rispondere di lesioni. L'Atm ha comunicato di non aver mai ricevuto segnalazioni per comportamenti violenti da parte dell'autista e che sono in corso valutazioni su eventuali provvedimenti disciplinari nei suoi confronti.
Sabato 20 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 22-01-2018 12:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 108 commenti presenti
2018-01-22 10:40:05
Lui sara' scagionato sicuramente ma intanto dovra' pagare un Avvocato penalista e subire tutte le rotture di scatole che derivano dai fatti. Poi dovra' sperare in un giudice che giudichi in base ai fatti; in questi ultimi tempi la magistratura ha perso molto della sua imparzialita' e credibilita'. Ed ai teppisti che faranno? Proprio un bel niente. Ed allora come possiamo difenderci? Quel signore un'idea me l' ha data
2018-01-21 18:44:52
E basta con questo "baby"!A 17-18 anni uno non è un bambino!
2018-01-21 16:57:03
Ma che cavolo di differenza fa se l'ha estratto prima o dopo?E' stato aggredito e doveva difendersi,no?Evidentemente l'ha tirato fuori prima per paura!Ma come cavolo ragionano questi giudici? E poi perchè i ragazzi non sono stati denunciati?
2018-01-21 20:03:30
magari doveva trovare il tempo all'ospedale dopo aver servito da punging ball...per aprire il coltellino...certi giudici vivono completamente fuori dal mondo reale
2018-01-21 12:38:40
Qui come al solito si giudica il finale, ma tutta la storia da l'inizio mai. Quando ti vedi che questi "minorenni" sono di statura più grande e numerosi e più delle volte armati, deve considerali un branco senza età e senza umanità pronta a farti del male seriamente o ucciderti. Perchè un colpo alla testa anche se dato da un minorenne può ucciderti o farti subire tragiche conseguenze, quindi devi avere il diritto di difenderti e colpirli per neutralizzare il pericolo. L'unico errore che ha fatto l'autista è di scendere ed il branco andare verso di lui. Poi si vede comunque che il gruppo era un esempio di maleducazione violenta ed incivile. Io di questi gruppetti ne vedo tutti i giorni a Roma ed in alcune Città in Europa dove lavoro. Gli anziani sono le vittime pricipali di questi "Bulli" minorenni e della loro maleducazione, dove se intervieni ti ritrovi il pugno in faccia o nei guai con la legge perchè un genitore si mette a piangere perchè gli hanno toccato il loro povero piccolo "Bestia"!!!!! Poi manca come sempre l'applicazione della legge e/o di una una punizione adeguata al caso, come ad esempio lavori socialmente utili e/o un controllo per un periodo dei servizi sociali nella famiglia........
108
  • 2,5 mila
QUICKMAP